Archivio mensile:marzo 2015

Udine non passa al Palambienti: riscatto Orzinuovi

unnamedGagà Orzinuovi: Ferrarese 12 , Panni 15, Broglia 5, Requena 19, Mazzucchelli, Soloperto 11, Longobardi 4, Bedetti 18, Paunovic, Martini 5, Coach: Bernardi Massimo

Gsa Udine: Poltronieri 22, Pilotti 8, Di Vaccaro, Piazza 6, Zacchetti 24, Zampolli 7, Fontecchio 2, Anello 6, Mlinar 2, Principe, Coach : Corpaci Luca

Orzinuovi (Bs) Palambienti: difficile oggi, non dare l’importanza adeguata all’incontro. Non siamo all’ultima spiaggia play-off, diciamo però che vincere oggi, si potrebbe staccare mezzo tagliandino d’ingresso per gli stessi. Non sarà facile riprendere coraggio dopo la grande batosta subita a Bologna, non tanto per i due punti lasciati al PalaDozza, ma per il brutto gioco espresso nel 3° e 4° periodo. Recuperato Martini, Gagà affronta oggi al PalAmbienti una suadra assetata di vendetta Udine, recentemente sconfitta da Montichiari. Il quadro di gioco si sta ora delineando e per coach Bernardi, ci saranno di nuovo gli “esami di ammissione?”

Li supera egregiamente gli esami coach Bernardi che a fine partita: “ Partita bella sotto ogni aspetto, sia difensivo che offensivo, l’abbiamo vinta con il cuore e scrivilo pure.. con gli attributi! Gli avversari erano indubbiamente forti, noi siamo stati sempre avanti. I miei ragazzi, che andrò ad elogiare negli spogliatoi, sono stati bravi a contenere Udine, quando, sul 70 -70, ci aveva annullato il gap. Abbiamo espresso un grande basket con una difesa schierata, ringrazio il pubblico che ci ha sostenuto dall’inizio fino alla fine, risultando veramente il sesto uomo in campo. Tutti i giocatori stanno dando il 120% ed io ,se non ti dispiace, sarei stremato…alla prossima!” Inizio di partita per Bedetti a dir poco strepitoso, risulterà l’unico marcatore per i primi 4 minuti, 12 – 11 dopo sei minuti di intenso gioco. Primo time-out da parte di coach Bernardi proprio sui due tiri liberi di Martini. Udine sta dimostrando di avere in regia un grandissimo Piazza che, coadiuvato da mister Zacchetti, sta facendo vedere i sorci verdi alla GaGà. Udine smarrisce per un buon metà quarto, il feeling al tiro e termina il 1° quarto sotto di nove 24 – 15. Udine, Piazza dipendente, subisce fortemente la difesa piazzata di GaGà. Un rientro travolgente dei ragazzi di coach Bernardi, realizzano un 6/0 obbligando coach Corpaci al time-out anticipato. Da i suoi effetti il time-out Udine, piazzando subito un 4/0 e questa volta coach Bernardi ci vuol vedere chiaro. 30 – 20 per i locali, neanche dopo 2 minuti dalla pausa breve. Grande intesa Soloperto- Broglia. 48 – 37 e manca meno di un secondo dal termine del 2° quarto. Lo scontro tra titani, Soloperto – Zacchetti, porta 19 rimbalzi GaGà e 16 Udine.

Rientro dalla pausa lunga, devastante per GaGà, dove il fantastico trio Piazza – Poltroneri – Zacchetti, fa venire due ulcere a coach Bernardi, fissando un 7/0. Grande energia Udine che annulla in cinque minuti il gap, e si porta a – 2. Termina il 3° quarto con una tripla di Requena ed un punteggio di 60 – 57. GaGà firma subito un parziale di 4/0 per merito di un travolgente Soloperto. La Zacchetti and band, non ci sta e si porta a sei minuti dal termine a 65 – 65 e subito dopo 70 -70 e mancano ancora 4 minuti. Con una triplona di Panni, Gagà avanza ancora, mentre coach Corpaci schiarisce le idee ai suoi. Uno strepitoso Bedetti ,lanciato da Soloperto, fa alzare l’intero PalAmbiemti in piedi. Ultimi scampoli di partita gestiti egregiamente da coach Bernardi, al quale si può benissimo dedicare questa meritata vittoria.                                           Termina l’incontro 89 – 77 con Panni in lunetta.

Ufficio Stampa, Gagà Milano OrziBasket

 

Record stagionale al PalaDozza: 4752 spettatori

foto paladozza 4752BOLOGNA – Un sabato pomeriggio d’altri tempi al PalaDozza, anche se in campo c’era la Serie B. Record stagionale di presenze per la Fortitudo, che nella partita contro la Gagà OrziBasket ha registrato 4752 spettatori, di cui 350 orceani.Il richiamo della diretta su Sky Sport 3 HD ha mobilitato il popolo biancoblu (forte comunque di una media stagionale di 3500 presenze) e la sua curva, la Fossa dei Leoni (foto), ha prodotto una elaborata coreografia, proprio come ai tempi degli scudetti e dei grandi derby. Grande pomeriggio di sport e sportività sia in campo che fuori, merito delle due squadre e tifoserie al seguito.

Fortitudo Bologna – Orzinuovi 78-56

fortitudo-orzibasket

GaGà ORZINUOVI: Mazzucchelli 2, Ferrarese 9, Bedetti 4, Requena 15, Panni 8, Longobardi 7, Broglia 5, Martini ne, Paunovic ne, Soloperto 6. All. Bernardi.
ETERNEDILE FORTITUDO BO.: Candi 11, Valentini , Iannilli 8, Raucci 6, Italiano 12, Montano 22, Samoggia 12, ,Sorrentino 1, Mancin , Carraretto 6. All. Boniciolli
ARBITRI: Catani di Pescara e Ferretti di Nereto(Te)
NOTE: Parziali: 17-15, 34-39, 62-50. Nessuno uscito per falli. Antisportivo Longobardi (36’) . Tiri da tre: Fortitudo 6/25, Orzinuovi 7/20. Tiri liberi: Fortitudo 8/9, Orzinuovi 11/14. Spettatori 5000 di cui 350 ospiti

Cade al Paladozza la Gagà Orzinuovi al termine di una partita double-face perfetta per 20’ quanto difficile nel secondo tempo. Chi temeva l’impatto iniziale deve ricredersi , Orzinuovi c’è con la testa e mette in difficoltà gli ospiti , Panni e Requena firmano il 9-6 del 5’. Sul controbreak bolognese le triple di capitan Ferrarese e ancora di Requena ricompattano il match con Raucci sulla sirena a fissare 1l 17-15 del 10’. Tenta di allungare la Fortitudo nel secondo parziale ma Orzinuovi sostenuta a gran voce dai 350 tifosi al seguito risponde punto su punto e non molla anzi, recupera, sorpassa e allunga ancora con una tripla dell’argentino volante ed il 39-34 esterno del 20’ è lo specchio fedele di quanto visto in campo. Cambia totalmente volto il match nel secondo tempo , Boniciolli in diretta sky giura che sarà una Fortitudo da battaglia e così è. I felsinei aumentano intensità e contatti , mani addosso e uso del fisico spesso oltre i limiti ma anche la fortuna di disporre di una panchina più lunga dal quale si alza Italiano e per Orzi sono guai. Il terzo fallo di Soloperto e la ritrovata mira dalla lunga distanza inguaiano Orzinuovi. Montano e Candi diventano immarcabili e la Fortitudo allunga (54-47) al 27’. Requena firma l’ultimo sussulto ospite ma l’8-0 che chiude il terzo quarto firma la resa orceana (62-50) al 30’. L’ultimo quarto è un monologo Fortitudo con Bernardi che cerca inutilmente di tenere la squadra con la testa sul match ma che dovendo rinunciare anche a Martini non ha grandi contromosse. I 5000 del Paldozza spingono la Fortitudo ad una vittoria ampia(78-56) e inattesa per quanto visto nella prima parte . Orzi subisce la lezione e promette di recuperare il gap nel mese che ancora manca ai play-off ripartendo dai primi splendidi 20’, dal sostegno dei tanti tifosi in trasferta sin dal grande scontro di domenica prossima con Udine.
Ufficio stampa
Gagà Milano Orzibasket

Spogliatoio GaGà in attesa del Big-match con Bologna

GaGà Milano Orzibasket

Incontrando il Ds Menni Luca :” La squadra è carica, gli allenamenti si sono svolti nell’intensità adeguata per arrivare a questo atteso incontro.Dopo aver recuperato al cento per cento il nostro capitano, Ferrarese, anche Matteo Martini si è aggiunto all’allenamento odierno. Il suo desiderio sarebbe di arrivare al PalaDozza almeno in panchina.”

Cosa temi di più di questa incredibile squadra?

“ Portare i miei ragazzi in un palazzetto simile, mi emoziona, sapere che il parquet è stato calpestato da Carlton Myers mi entusiasma. La partita non sarà delle più facili  per lo stato emotivo, sappiamo anche che gli abbonati a questo glorioso palazzetto sono all’incirca 4500, noi arriveremo nelle migliori delle ipotesi in 300,  – giovani e forti -”

Quale giocatore ti fa più paura?

Qui non si parla di singoli giocatori, la squadra è fortissima e se ci fossero i tre risultati utili, li giocherei tutti e tre. Se devo focalizzarmi su di un singolo giocatore potrei dire che Samoggia ogni qualvolta l’abbiamo avuto avversario, ci ha sempre rifilato un trentino. Voci di corridoio danno un Lamma assente per indisposizioni fisiche, questo mi dispiace, gli mando un buon augurio di una pronta guarigione”.

Dimmi qualcosa sul video che sta spopolando in web?

L’idea del video è venuta di certo ai giocatori che frequentano i vari canali informatici, la società ha aderito alla produzione e sembrerebbe sia piaciuta anche a figure di rappresentanza del basket italiano. Il video riproduce l’immagine dello stato d’animo a partire da coach Bernardi per poi passare il pallino a tutti i giocatori. E’ stata una cosa piacevole che ripeterei ad ogni singola partita.”

In bocca al lupo Luca!!!

 

Gianfranco Galli