Archivio mensile:dicembre 2015

La Gagà OrziBasket vince in casa contro l’Urania Milano e si conferma capolista!

Inizio di partita in sostanziale equilibrio. Le due squadre si studiano con Urania che a un certo punto prova anche la carta della zona 3-2 ma non è fortunata perché proprio in questa fase della partita Orzinuovi dà il primo strappo importante: Cantone mette la tripla e coach Ghizzinardi è costretto a chiamare il primo timeout sul 15-9. A 3 minuti dalla fine del primo quarto fa il suo atteso esordio al PalAmbienti Roberto “Ghiaccione” Chiacig ,e l’Orzi vola in chiusura di periodo con 2 triple del duo napoletano Cantone-Ruggiero. Il tabellone segna 27 a 13. All’inizio del secondo quarto Chiacig rompe finalmente il ghiaccio e segna i suoi primi 2 punti davanti al pubblico orceano. In queste prime fasi Urania riesce a tenere botta all’ispiratissimo Motta (2 triple consecutive) con un ottimo impatto del neo-entrato Ganguzza, e a 6’12” dal termine siamo sul 37 a 22. cantoneQui arriva un altro parziale mortifero della Gagà con la terza tripla di Motta e il buon contributo di Samoggia. A 3’32” i milanesi sono costretti al timeout quando Orzinuovi scollina oltre le venti lunghezze di vantaggio. Nelle battute finali è Perego ad ampliare ancora il divario e il secondo quarto si chiude sul 53 a 29 per i padroni di casa.
Il rientro in campo è uno shock per la Gagà che è costretta al timeout dopo un minuto e mezzo a causa di un fulmineo 8 a 0 dei milanesi. Parziale che non accenna a interrompersi e arriva fino a un incredibile 17 a 0 con l’attacco orceano che resta a bocca asciutta per quasi sei minuti. Sul finire del terzo quarto i padroni di casa riescono a tamponare la ferita e le squadre si affacciano all’ultimo periodo di gioco sul punteggio di 62 a 53. L’inizio di quarto quarto è dominato dalle difese e dall’equilibrio, ma è ancora Urania a dare un mini parziale di 7 a 0 (De Bettin, Torgano, Paleari) che costringe Eliantonio al timeout a 4’31” dal termine sul 71-66. Gli ospiti arrivano fino al -3 a 1’13” dalla fine, ma Orzinuovi è fredda a gestire la situazione sfruttando il bonus e congelando una partita più sofferta del previsto. Il punteggio finale è di 82 a 74.

Questo il commento a caldo di coach Eliantonio: “Orzinuovi è stata artefice del primo tempo più bello della stagione, ma anche del più brutto secondo tempo. Giocatori esperti come i nostri non possono permettersi di rientrare dagli spogliatoi con questo atteggiamento, pensando di aver vinto la gara dopo i primi 20 minuti. In settimana torneremo sicuramente su questo aspetto mentale che già altre volte ha condizionato in negativo le nostre partite.”

Alberto Magarini – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi

Previwe Gagà Milano OrziBasket vs Urania Milano

Neppure il tempo di digerire il panettone per l’OrziBasket che domenica 27 dicembre si ritorna in campo tra le solide mura amiche del PalAmbienti ad affrontare l’Urania Basket Milano in un match molto insidioso. La squadra meneghinia si presenterà in via Lonato molto combattiva: le sue caratteristiche principali sono l’arcigna difesa e il mantenimento di ritmi di gara bassi per cucinare a fuoco lento gli avversari. I milanesi condividono la terza posizione in classifica con Bergamo e Crema e sono in un periodo di grazia, reduci da sei vittorie consecutive. La Gagà si è subito ripresa dopo la prima battuta d’arresto stagionale arrivata per mano di Bergamo, e viene da una vittoria convincente a Varese in cui è emerso il grande carattere dei ragazzi di Eliantonio che hanno saputo alzare sensibilmente l’asticella difensiva, tenendo gli avversari a soli 51 punti. L’Urania Milano ha confermato per la terza stagione consecutiva Marcello Ghizzinardi, coach di grande caratura che vanta numerose esperienze in serie B, in particolare a Fidenza e Casalpusterlengo. Le redini dell’attacco sono abilmente tenute dalla coppia di playmaker Mariani e De Bettin. Il primo (in dubbio per una frattura allo zigomo rimediata in allenamento) è un classe ’86 dalle notevoli doti fisiche e con buone capacità realizzative (11,4 punti di media) e si è già ampiamente fatto le ossa in serie B tra Verona e Perugia. Il secondo, playmaker tascabile classe ’94, viene dalle giovanili dell’Olimpia Milano. Le sue principali caratteristiche sono un grande pressing difensivo e una forte spinta in transizione, condite da 6,7 punti e 3,1 assist a partita. Tra gli esterni giocano tanti minuti importanti il montenegrino classe ‘88 Stijepovic, guardia atletica forte in penetrazione e a rimbalzo d’attacco (12,1 punti a partita) e Torgano, ala tiratrice (38% da 3 e 11,9 punti di media) che nell’evenienza può giocare anche ala forte. Completa il reparto il giovane classe ’98 Marra. Tra i lunghi c’è il senatore classe ‘81 Paleari, centro assolutamente dominante in questo campionato e vero perno della squadra. Le sue cifre sono ragguardevoli (17,2 punti e 8,8 rimbalzi di media). Ha iniziato questa stagione un po’ a rilento ma sta anche crescendo di partita in partita De Min, ala grande classe ’86 che ha passato delle ottime annate a Treviglio. Completa l’organico milanese l’ala/pivot Ganguzza (6,3 punti a partita). È tempo di festa per tutti ma non per l’OrziBasket che deve affrontare consecutivamente tre partite molto toste (Urania, Crema e Pavia) in un passaggio della stagione fondamentale che potrebbe far capire una volta per tutte di che pasta è fatta questa Gagà. Tutti convocati al Palambienti domenica 27 dicembre alle 18.

A Varese la Gagà OrziBasket si impone 66-51 ed arriva la dodicesima vittoria!

Orzinuovi entra sul parquet e mette in scena una partenza razzo che somiglia tanto all’ultima gara disputata in casa contro la Sangiorgese. Per poco più di cinque minuti la difesa orceana non concede nulla, ed è solo un tripla messa a segno da Santambrogio a far segnare qualcosa sul referto dei padroni di casa. Orzinuovi intanto sembra voler prendere il largo, e ci pensa Cantone a far sorridere i tifosi della Gagà con la bomba del 3- 17 a 3’21” dalla prima sirena. Varese però non muore mai e Rovera mette a segno 7 punti di fila nel giro di due minuti, e gli ultimi due canestri di Bolzonella e Pagani portano lo svantaggio su delle lunghezze accettabili alla fine del primo quarto (14-23). Nel secondo quarto sembra ribaltarsi la situazione, con una Robur che gioca in maniera molto frizzante e in 6 minuti si porta addirittura a -1 (23-24 al 5’55”), complici gli innumerevoli errori al tiro dei ragazzi di coach Eliantonio. L’unico punto trovato fino a questo momento, è un tiro libero di Valenti. La partita continua poi punto a punto, grazie a una ritrovata brillantezza offensiva della Gagà, che riesce a subire falli preziosi e andare in lunetta. Si va negli spogliatoi sul 29-34, con Varese che ha scacciato decisamente gli spettri di una partita già chiusa al primo quarto. Il terzo quarto è un lento violento che colpisce i padroni di casa. I punteggi rimangono bassi, gli errori innumerevoli da entrambe le parti, ma Orzinuovi allarga il vantaggio un punto alla volta e, quando Bona segna un tiro in sospensione con 3’05” dalla sirena che fa superare alla Gagà la doppia cifra di vantaggio (36-47), coach Passera è costretto al timeout per riordinare i suoi. Il copione però non cambia, nessuno si sblocca e si arriva alla terza sirena sul 40-52. I varesini sanno che per uscire da questa situazione serve un bel parziale, così cercano di affondare il più possibile nell’ultimo quarto, ma i ferri del Campus Italy non sono clementi nemmeno in questa ultima frazione. In dieci minuti mettono insieme 11 punti in totale, che non sarebbero bastati per un overtime neanche con uno 0 orceano, e a questo punto i commenti sono ben pochi. Orzinuovi gestisce anche questa partita strana, e fissa il tabellone sul definitivo 51-66.

Ufficio Stampa – ASD Pallacanestro Orzinuovi

Preview Robur et Fides varese – Gagà Milano OrziBasket

Altra trasferta e altra sfida importante alle porte per la Gagà Milano Orzibasket, che si appresta ad affrontare una società storica come Varese. Il nome più importante della Robur è sicuramente il playmaker Bolzonella, che vanta una grande esperienza anche in serie A1 e in questo campionato è reduce da una partita da 23 punti contro la Vivigas alto Sebino (17.6 la media punti a partita). Da tenere d’occhio ci sono anche la sua alternativa Santambrogio che, dotato di un forte estro sul parquet, riesce a finalizzare molti schemi di coach Passera anche al fianco di Bolzonella, oltre che da sostituto, e si attesta sui 10 punti ad allacciata di scarpe, il centro Matteucci, che uno dei migliori marcatori storici della serie B (in questo campionato viaggia sui 12 punti a partita). Il reparto lunghi si compone anche di due giocatori molto fisici, quali Castelletta, dotato anche di una buona tecnica che lo tiene su una buona media di 7.2 punti a partita quasi sempre costantemente, e Lenotti, sicurmente meno tecnico ma molto più dotato di aggressività e presenza nella pitturata. Non a caso è reduce da una partita contro Alto Sebino da 12 rimbalzi, di cui ben 7 offensivi. Da non dimenticare sono i giovani del roster, soprattutto perché una società come Varese è sempre stata capace di lanciare ragazzi di qualità. L’attenzione è sempre calata sulle giocate di Moalli e Pagani, quest’ultimo capace di 8 punti e 6 rimbalzi tutti quanti offensivi durante l’ultima di campionato. La partita non è da sottovalutare, dal momento che i padroni di casa hanno più che mai fame di punti. Rimangono in zona playoff e non vogliono lasciarsi sfuggire la chance di bloccare la capolista davanti al proprio pubblico. Orzinuovi dal canto suo non vuole interrompere una marcia ormai completamente rodata composta da tutti i successi messi in fila fino a questo momento, e chissà che il nuovo arrivato Chiacig non abbia già la mano calda per un esordio.

L’OrziBasket firma Roberto Chiacig

L’A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi comunica l’ingaggio fino al termine della stagione dell’atleta Roberto Chiacig. Pivot di 210 cm, nato a Cividale del Friuli 41 anni fa, Chiacig è un giocatore che non ha bisogno di presentazioni, avendo alle spalle una carriera importante e densa di successi, sia nei club nei quali ha militato (Coppa Italia e Super Coppa nel 1998 con la Fortitudo Bologna, Coppa Saporta nel 2002, Scudetto e Super Coppa nel 2004 tutto con Siena, EuroChallenge con la Virtus Bologna nel 2009) che in nazionale (Campione d’Europa nel 1999, Medaglia di Bronza agli Europei 2003, Medaglia d’Argento alle Olimpiadi nel 2004). Arriva all’Orzibasket dopo aver vinto gli ultimi due campionati di serie B (a Scafati e Siena) e aver iniziato questa stagione a Cassino (girone C) con 7,7 punti in quasi 17 minuti di impiego medio. Queste le sue prime parole da neo-orceano: “sono molto contento di questa opportunità, vengo in una grande squadra e in una piazza molto ambiziosa, e cercherò di dare il mio contributo per raggiungere gli obiettivi che la società si è prefissata. Ho già svolto un paio di allenamenti e ho trovato un ottimo gruppo e un paio di compagni con i quali ho già giocato (il capitano Rudy Valenti a Reggio Emilia e Antonio Ruggiero a Scafati, ndr). Sono uno di poche parole, adesso dobbiamo solo lavorare sodo, scendere in campo e mettercela tutta per vincere le partite”. Commenta così il suo acquisto coach Eliantonio: “Chiacig è un giocatore dominante, e saremmo stati dei pazzi a lasciarcelo scappare. Fisicamente è super, corre bene il campo e sotto canestro ha esperienza e grandi qualità tecniche e atletiche. In un campionato difficile come il girone B, e in ottica playoff dove si giocherà ogni 3 giorni, sono certo darà un contributo fondamentale.” A Roberto il benvenuto della società e dei tifosi orceani.

20151217075520

La Gagà torna a vincere superando in casa Sangiorgio!

Inizio di partita che vede Orzinuovi imporre subito il suo ritmo (3 palle recuperate) e costringere la Ltc al suo primo timeout a 7’16” dal termine del primo quarto sul punteggio di 8 a 4. Il divario tra le 2 squadre si amplifica ulteriormente con la pressione difensiva asfissiante dei padroni di casa, che recuperano altri palloni e concludono spesso in contropiede con Ruggiero, già in doppia cifra a 4’07” dal termine del quarto (20-8). Entrano Valenti, Bona, Mazzucchelli al posto di un ottimo Perego (già 8 punti), Ruggiero e Motta e il trend positivo di Orzinuovi continua fino alla prima sirena(31-15). Cala l’intensità difensiva per i padroni di casa nel secondo quarto, ma la mano resta caldissima. Valenti e Bona (3 triple in apertura di quarto) castigano e costringono Sangiorgio al timeout quando mancano 4’55” al termine del primo tempo sul 49 a 29. Gli ultimi minuti di gioco vedono tanti canestri da ambo i lati e si va negli spogliatoi sul 61 a 38. DSC_3578Il secondo tempo vede le due squadre che si rispondono ancora a suon di canestri, ma è ancora Orzinuovi ad aumentare il vantaggio e coach Gandini è costretto a chiamare timeout a 4’12” dopo l’ennesimo canestro in contropiede di Ruggiero (76-50).
Non ci sono particolari sussulti nelle ultime fasi del terzo quarto che si chiude sul 79 a 56. L’ultimo quarto di gioco è solo ordinaria amministrazione per la Gagà, che raggiunge le 30 lunghezze di vantaggio a 6’53” dal termine della gara (86-56), quando Bona sfrutta un pasticcio di Tassinari e segna in contropiede (saranno 20 i punti segnati in contropiede a fine partita per l’Orzibasket). A 5’42” dal termine Eliantonio fa esordire in serie B il giovane classe’ 97 Fatello (andato pure a referto convertendo il tiro libero di un fallo tecnico preso da un frustrato Tassinari) e da lì in poi è solo garbage time. Orzinuovi supera quota 100 e fissa il punteggio finale sul 101 a 72.

Preview: Gagà Milano OrziBasket – LTC Sangiorgese Basket

Nuova sfida alle porte per la Gagà Orzibasket che dovrà difendere le saldissime e ancora inviolate mura amiche dall’assalto di un’agguerrita Ltc Sangiorgese che, reduce da quattro sconfitte consecutive, è in cerca di riscatto nonostante la probabile assenza di Benzoni, capitano e terminale offensivo importante, già spina nel fianco di Orzinuovi nelle ultime stagioni. L’Orzibasket si presenta a questa gara dopo la prima battuta d’arresto dell’anno arrivata sul campo di Bergamo. Sarà curioso vedere in che modo i ragazzi di coach Eliantonio risponderanno a questa situazione inedita per loro in questa stagione: ripartire e ricompattarsi da squadra vera dopo la sconfitta. La Ltc è guidata da coach Gandini che vanta un’esperienza importante alle giovanili dell’Olimpia Milano e che quindi sembra la persona adatta a guidare un gruppo fondamentalmente composto da giovani. Per quanto riguarda i giocatori, come già detto la presenza di giocatori under è molto rilevante e l’età media della squadra è veramente bassa. In cabina di regia c’è il talentuoso playmaker classe ’96 Tassinari, pericolo pubblico numero uno per la Gagà, capace di exploit clamorosi ( due partite da 39 punti contro Bergamo e Alto Sebino), che mette a referto circa 15 punti a partita e un incredibile 98% ai tiri liberi. Il suo cambio, nonostante possano giocare anche contemporaneamente, è il play/guardia Rossi, classe ’97 e reduce da una buona prestazione con Firenze ( 10 punti e 6 rimbalzi). Tra gli esterni spicca Gorreri, guardia classe ’95 che segna 7.5 punti di media. Buon contributo arriva anche da Porzelletti, classe ’97, Nuclich, classe ’98, e De Ruvo, classe ’94, ex Montichiari, giocatore duttile che in emergenza può farsi valere anche come interno. A fare la voce grossa nel reparto lunghi c’è Priuli, classe ’86, centro esperto con mano educata dalla media distanza ( 12.3 punti e quasi 7 rimbalzi di media), Scuratti, centro atletico classe ’94 cambio del sopra citato Priuli e Toso, ala/pivot classe ’96 che ultimamente sta trovando molto spazio a causa della momentanea assenza di capitan Benzoni. In casa Orzibasket regna la serenità nonostante l’ultima sconfitta rimediata contro una Co.Mark Bergamo che non è sembrata certo irresistibile, in una partita in cui Orzinuovi poteva sicuramente fare di più. Da parte della Gagà c’è comunque la volontà di tornare subito a vincere, ma soprattutto a convincere, mettendo in mostra quella circolazione fluida di palla e quel gioco di squadra con cui Eliantonio e i suoi ragazzi hanno costruito fin qui i loro successi. Tutti convocati al Palambienti domenica 13 dicembre, ore 18.

Ufficio Stampa – ASD Pallacanestro Orzinuovi

Riccardo Eliantonio coach dell’All Star Game di Serie B

ALL STAR GAME DI SERIE B – A Livorno non si giocherà solo una partita, ma due: a precedere LNP All Star Game di A2 ci sarà quello riservato alla Serie B. Guideranno le due squadre (Gironi A-B e gironi C-D) i 4 allenatori primi in classifica di ogni rispettivo girone dopo l’11° turno: la prima selezione sarà guidata da Federico Campanella (GR Service Cecina) e Riccardo Eliantonio (Gagà Milano Orzibasket); mentre la selezione dei gironi C-D sarà allenata da Davide Bonora (Roma Gas Eurobasket Roma) e Furio Steffè (Dino Bigioni Shoes Montegranaro). I tecnici chiamati a guidare le due squadre selezioneranno 12 giocatori per parte, sempre rispettando l’obbligo di selezionare i migliori Under 23 (nati 1992 e seguenti) dei rispettivi gironi. Anche qui la partecipazione dei giocatori selezionati all’evento del 9 gennaio al Modigliani Forum è condizionata alla disponibilità delle rispettive Società di appartenenza, nell’eventualità di problematiche fisiche che non ne rendano possibile la presenza in campo.

12241690_1682675461955321_6729302507848190497_n

 

La Gagà OrziBasket inciampa a Bergamo: finisce 68 a 65 per la CoMark!

L’inizio di gara è frizzante ed esplosivo, soprattutto per Perego che sembra avere la mano fatata. Canestro dopo canestro, Orzinuovi costringe al timeout il coach di casa Cesare Ciocca dopo poco meno di 5 minuti, e sul risultato incoraggiante di 5-13 (di cui 9 soltanto per Perego). Non muore così facilmente però, una formazione come quella bergamasca, che si rifà sotto alla veloce e vuole rimettersi in partita. Al rientro c’è uno scambio di triple che esalta il pubblico: apre la danza l’ex Alessandro Panni, risponde Ruggiero, poi Bloise e chiude il siparietto ancora Ruggiero (6-6). Si arriva alla prima sirena sul 19-25 per la Gagà, ma con la Co.Mark che si fa sempre più avanti. Il secondo quarto è un braccio di ferro continuo: c’è molta tensione, complice il gioco duro concesso dagli arbitri in diverse occasioni. Nei primi tre minuti Bergamo fa 5-0, firmato tutto da Pullazzi e trova un sostanziale pareggio 24-25. Si continua punto a punto fino all’intervallo dove si va sul punteggio di 34-36. Nel terzo quarto si gioca molto da lunetta. Entrambe le difese tengono senza respiro i rispettivi avversari e saranno due triple consecutive di fila di Bloise a contrassegnare il vantaggio di 4 punti, che rimarrà fino alla sirena (52-48). Durante l’ultima frazione di gioco si paga tutta la tensione, con coach Eliantonio che si fa buttar fuori nei primi istanti di ripresa. Tocca al vice Nicola Sgrigna guidare la baracca, in una situazione decisamente sconfortante. Si arriva a 2 minuti dal termine con Chiarello che segno 2 punti pesantissimi, che mandano Bergamo sul 65-61. Poi un paio di azione inconcludenti da entrambe le parti, finché Orzinuovi è costretto a mandare in lunetta gli avversari, per provare a rimontare nell’ultimo minuto di gioco. Inizia Panni che fa 1/2, Planezio recupera il rimbalzo offensivo, quindi ancora un fallo e ancora 1/2. Ora la palla finisce in una ressa, ma la spunta ancora Bergamo che riesce a mandare in lunetta ancora Panni a fare un altro 1/2. La Gagà non ci sta e infila subito altri 3 punti per mano di Bona (68/64). Mancano 5 secondi e Perego sporca la rimessa recuperando palla. Subisce il fallo, è costretto a fare 1/2 per tentare un rimbalzo, che riesce a raccogliere Valenti. Il capitano spedisce subito la palla nelle mani di Bona, che però sbaglia. Scade il tempo e il tabellone dice 68-65, assegnando la prima sconfitta della stagione agli ospiti della Gagà.

I COMMENTI A CALDO del ds Alessandro Muzio: «Ci può stare stare la sconfitta con una squadra come Bergamo. Non c’è stata una chiara differenza, semplicemente la Co.Mark ha sbagliato di meno e le partite si vincono così in questo sport. Siamo stati impacciati in fase offensiva, ma è stato un incidente di percorso. Non siamo contenti, ma anche consapevoli che prima o poi doveva succedere».

I COMMENTI A CALDO di coach Eliantonio: «Bergamo ha meritato: ha fatto una partita gagliarda, niente da dire. Sull’episodio del doppio tecnico ho sbagliato, ho perso la pazienza e non dovevo lasciare sola la squadra. Penso però che i direttori di gara fossero troppo inesperti per una partita così. È stato un del coach Riccardo Eliantonio: arbitraggio ai limiti della decenza».

Preview Bergamo Basket 2014 – Gagà Milano OrziBasket

Big match alle porte per la Gagà Orzibasket che affronterà domenica la Co.Mark Bergamo. Le due squadre sono in un ottimo momento di forma e daranno vita a uno scontro equilibrato e a un grande spettacolo. Orzinuovi è ancora imbattuta e in testa alla classifica, mentre la Co.Mark è reduce da una convincente vittoria a Firenze e da 5 successi negli ultimi sette impegni e con 14 punti è in quarta posizione a pari merito con Urania Milano. A mettere ulteriore pepe su questa sfida è la presenza di numerosi ex: Bona da una parte, Permon, Panni e Chiarello dall’altra (quest’ultimo fu anche capitano e protagonista di una Gagà Orzibasket che arrivò fino alla finale playoff 2014). Per Bergamo la prima novità rispetto alla passata stagione, che l’ha vista arrivare in semifinale playoff e perdere per mano di una grande Fortitudo Bologna, è stato l’arrivo di coach Cesare “Cece” Ciocca, bergamasco doc, allenatore di grande caratura (ottime esperienze in B1 e B2 fra Treviglio, Castelletto Ticino, Ravenna, Potenza, Costa Volpino e Pordenone). Il roster della stagione passata è stato abbastanza stravolto e vede solo 2 riconferme: il centro e capitano Chiarello e l’ala Mercante, giocatore molto atletico che mette a referto 7.9 punti in 20 minuti di impiego. A dettare i ritmi in cabina di regia, ma impiegati spesso anche insieme, ci sono Panni, artefice di un ottimo avvio di stagione (17.8 punti e 19 di valutazione media) e Bloise (9.4 punti). Il reparto esterni è composto dal bresciano Andrea Scanzi, ala dalle spiccate doti difensive alle quali aggiunge 7.6 punti a partita e da Tommaso Milani, guardia esperta che vanta esperienze importanti a Treviglio, Latina e Legnano (dove tra l’altro ha conquistato la promozione in A2), giocatore che nonostante abbia saltato le ultime tre partite a causa di alcuni guai muscolari è pronto al rientro sul parquet. A coadiuvare capitan Chiarello nel reparto lunghi, coach Cece Ciocca può schierare Pullazi, secondo marcatore della squadra con 11.8 punti di media e reduce da un’ottima stagione in serie b all’Eurobasket Roma (dove ha raggiunto la finale playoff poi persa contro Rieti) e Planezio, ala mancina cresciuta nel vivaio di Treviglio (7 punti e 5.3 rimbalzi a partita). Completano l’organico bergamasco i 2 giovani Permon e Bertocchi. Logo OrziBasket

Per la Gagà Orzibasket sarà dunque una sfida durissima, contro una squadra attrezzata per fare un campionato di vertice e che non ha nascosto ambizioni di promozione. Ulteriore motivazione per i bresciani è riscattare le 2 sconfitte subite nella stagione passata per mano della Co.Mark. La squadra allenata da Cece Ciocca vanta uno dei migliori attacchi del campionato (74.7 punti di media). Elemento fondamentale per i ragazzi di coach Eliantonio sarà quindi mantenere l’ottima intensità difensiva che si è vista nel secondo tempo contro Padova. Appuntamento al centro sportivo Italcementi di Bergamo domenica 6 dicembre, ore 18 arbitri: Andrea Chiodi di Teolo (PD) e Fabio Bonotto di Vazzola (TV).

L’OrziBasket saluta Lorenzo Brighi

L’A.S.D. Pallacanestro Orzinuovi comunica che, su sua richiesta, l’atleta Lorenzo Brighi lascia l’OrziBasket per accasarsi alla Benedetto Tramec Cento (serie B girone A). Lo staff tecnico orceano ha così deciso di esaudire la volontà del giocatore, che in questi mesi ad Orzinuovi ha sempre profuso impegno e serietà. La società augura al giocatore le migliori fortune per il proseguo della propria carriera sportiva.

Ufficio Stampa – ASD Pallacanestro Orzinuovi

BRIGHI