Archivio mensile:febbraio 2016

Orzinuovi torna alla vittoria contro Mortara

Buona la prima per coach Adriano Furlani, che si impone alla sua prima gara da tecnico della formazione orceana sulla Expo Inox Mortara. Bona torna in canna sin dai primi istanti di gioco, quando i ferri orceani sputano fuori tutto da entrambe le parti, e chiude sulla prima sirena già con 8 punti (1/1 da 2 punti, 2/3 da 3 punti). Il vantaggio accumulato è ancora troppo basso per strappare i sorrisi della curva, perché il 19-13 per i padroni di casa è ancora troppo poco per far gridare alla svolta. Il rientro in campo nel secondo quarto è traumatico per Mortara, che al 12’20” ha è costretta al timeout, dopo che un super assist del solito Bona ha fatto firmare a Valenti il +13 orceano (26-13). La strigliata di coach Zanellati non recupera l’inerzia della partita, finché la formazione ospite non viene richiamata un’altra volta in panchina al 16’31” per metabolizzare la tripla di Motta su assist di Ruggiero, che porta il tabellone sul 37-18. Da questo momento sono poche le azioni concluse bene da entrambe le parti, ma rimane saldo lo scoraggiante svantaggio incassato da Mortara che manda Orzinuovi nello spogliatoio sul 40-23. Nel terzo quarto si rifà avanti la formazione ospite, che non molla mai. Nei primi tre minuti Genovese commette il quarto fallo e la situazione ricorda troppo gli innumerevoli cali di concentrazione avuti da Orzinuovi in questa stagione. Furlani ferma tutto con un timeout al 23′, ma la situazione rimane in stallo. Cenni di vita veri e propri se ne vedono solo nel finale, con Valenti che chiude un gioco da tre punti, dopo aver subito un fallo, segnando canestro e tiro libero. Si va a giocare gli ultimi dieci minuti sul 64-47, ma la situazione si rifà subito poco promettente. L’ex David Paunovic, al 30′ ancora fermo a quota 2 punti, diventa micidiale e sfrutta ogni centimetro concesso dalla difesa della Gagà. Chiuderà a quota 11, ma ha soprattutto il merito di aver portato il punteggio sul 73-65 a 2′ dalla sirena. Orzinuovi non si fa trovare impreparata anche in questa situazione di difficoltà, ci mette tutta la testa che ci vuole in difesa concedendo soltanto un altro punto e, pur non segnando fino alla tripla finale di Valenti all’ultimo secondo, mantiene il vantaggio accumulato e riesce a portare a casa la vittoria. Il tabellone finale recita 76-66 e, seppure con qualche camicia sudata di troppo nel finale, coach Furlani può togliersi la prima soddisfazione di questa esperienza targata Gagà Milano Orzibasket.

DSC_4685

 

Il commento a caldo del ds Muzio: «Stavolta c’è stato un calo fisico, piuttosto che mentale. È un elemento da valutare e da tenere in considerazione come abbiamo sempre fatto. La partita non è mai stata in discussione. Nel primo tempo la partita è stata interpretata bene, mentre nel secondo ci sono state troppe palle perse e troppi concessi in attacco. Il gioco è stato corale, con molte situazioni di assist su movimenti senza palla. C’è da lavorare, ma le premesse son buone».

Manuel Caldarese – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi

Preview Gagà Milano OrziBasket – Mortara

Mancano ormai poche giornate alla conclusione della stagione regolare di serie b, sette per l’esattezza, e quindi ognuna di queste ha un peso specifico enorme per tutte le contendenti. C’è chi combatte per i playoff, chi per arrivare più in alto possibile in vista dell’agognato fattore campo e chi ,strenuamente, per sventare la retrocessione. Sarà, per questi motivi, una partita interessante quella che vedrà in campo la Gagà Orzibasket e la Expo Inox Mortara. I bresciani vengono da una brutta sconfitta rimediata sul campo del fanalino di coda Moncalieri, mentre Mortara sta vivendo un periodo difficile, avendo ottenuto solo due vittorie nelle nove partite disputate nel 2016, anche se un segnale positivo è arrivato due settimane fa, quando i pavesi hanno saputo vincere di 14 con una big del campionato del calibro di Urania Milano. Attualmente Mortara occupa l’ultima posizione della classifica con 8 punti, a pari merito proprio con quella Pms Moncalieri che ha sconfitto Orzinuovi nell’ultima giornata e ha innescato le valutazioni e le discussioni nell’entourage bresciano che hanno portato alla notizia bomba della settimana in serie B: l’esonero di coach Eliantonio e l’ingaggio del professor Adriano Furlani, che ha già tenuto il suo primo allenamento martedì. Una decisione sofferta, come ribadito più volte ai media dalla dirigenza orceana, ma doverosa perchè c’era bisogno di dare una svolta a una squadra che negli ultimi due mesi aveva perso la retta via, in vista dell’obiettivo che è talmente duro da richiedere la massima efficienza e serenità da ora fino a giugno. Serenità ed efficienza che da tempo visibilmente mancavano. E coach Furlani sembra la persona giusta per dare questa svolta alla stagione perché il suo curriculum parla da sé: la sua formazione avviene nelle giovanili della Fortitudo Bologna dove getta le basi per costruire una carriera importante da capo allenatore in B d’eccellenza e A2 in palcoscenici blasonati come Ferrara , Cremona, Cento, Ferentino e Brescia. Si vedrà questa svolta già contro Mortara(che tra l’altro all’andata aveva dato del filo da torcere agli orceani, cedendo solo dopo un supplementare), affamata di punti più che mai per allontanarsi dall’ultima posizione in classifica e scongiurare la retrocessione diretta o sarà ancora troppo presto per vedere i risultati sul campo di questo sorprendente ma comprensibile cambio di guida? Appuntamento al palAmbienti domenica 28 febbraio, ore 18.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Diventa protagonista della IG Basket Cup con Trakabile real fan LNP

 

In occasione della IG Basket Cup 2016 (Rimini Fiera, 4-5-6 marzo) a partire dal 19 Febbraio 2016 i tifosi potranno diventare parte attiva dell’evento attraverso il progetto REAL FAN LNP, realizzato attraverso una collaborazione tra Lega Nazionale Pallacanestro e la Start Up TrackAbile. Attraverso questo progetto i fan delle squadre partecipanti alla IG Basket Cup e tutti gli appassionati di pallacanestro potranno esprimere pronostici sulle 15 gare in programma nelle tre giornate, utilizzando la app TrackAbile, gratuita e disponibile per piattaforme iOS e Android. In base alle loro abilità nei pronostici i fan guadagneranno punti, che andranno a formare una speciale classifica sull’evento. I primi 3 classificati saranno eletti REAL FAN 2016 e faranno vincere la loro squadra del cuore anche fuori dal campo. I migliori 10 in classifica avranno l’opportunità di guadagnarsi “esperienze o gadgets” esclusivi proposti da TrackAbile: accrediti per una gara della squadra del cuore, esclusive T-shirt autografate, abbonamenti LNP TV Pass. Gli appassionati di basket per esprimere i loro pronostici nell’app TrackAbile potranno inoltre seguire i consigli dei redattori del sito web The Basketball Post (www.basketballpost.net), partner dell’iniziativa.

Adriano Furlani è il nuovo allenatore della Gagà Milano OrziBasket

L’ A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi comunica che in data odierna è cominciata ufficialmente l’esperienza a Orzinuovi di Adriano Furlani, che ricoprirà il ruolo di coach fino alla fine della stagione. Furlani non è nuovo in terra bresciana, infatti era già stato l’allenatore del Basket Brescia Leonessa in A Dilettanti tra il 2009 e il 2011. È stato anche protagonista di stagioni importanti presso Cento, Ferentino e ultimamente ha guidato Ferrara tra il 2013 e il 2014.

Il commento del neo coach: «Mi aspetta un compito gravoso, perché sostituisco un collega che ha vinto tanto, quindi prima di tutto c’è la mia stima nei confronti dell’ex coach. Il perché e il per come della situazione nel dettaglio non mi compete, ma sicuramente questa è una squadra che ha le qualità e l’esperienza per provare a vincere. Da parte mia c’è la consapevolezza di essere arrivato in una società importante e ambiziosa, che in breve tempo ha fatto passi da gigante. Nel momento in cui avrò in mano il polso della situazione, cercherò in tutti i modi di coronare le ambizioni della società con risultanti vincenti».

Manuel Caldarese – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi

La Gagà OrziBasket esonera Riccardo Eliantonio

L’ A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi comunica che in data odierna è stato sollevato dall’incarico il coach Riccardo Eliantonio. Tutto lo staff e la società coglie l’occasione per ringraziarlo del lavoro svolto in questi anni presso Orzinuovi e gli augura un in bocca al lupo per il prosieguo della sua carriera.

Manuel Caldarese – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi

 

La Coppa Italia dell’OrziBasket sarà giocata in maglia Walcor

La società è lieta di comunicare che Walcor sarà main sponsor dell’Orzibasket in occasione della coppa Italia, che si terrà a Rimini tra il 4 e il 6 marzo. Dal 1954 Walcor è interprete della tradizione del cioccolato di qualità con idee e prodotti che incontrano il gusto dei golosi nei mercati di tutto il mondo. La flessibilità, la qualità e l’attenzione al cliente fanno di Walcor il partner ideale per i più importanti marchi di distribuzione italiani e internazionali. «Per la nostra società -spiega orgogliosamente il presidente Francesco Zanotti- la partecipazione alla coppa Italia è un traguardo importantissimo. Ringrazio la famiglia Santini che ci consente di farlo, sponsorizzandoci col loro marchio Walcor».

logo walcor

Due parole sull’evento: l’evento RNB BASKETBALL FESTIVAL 2016 si svolgerà nei padiglioni di Rimini Fiera. All’interno verranno allestite due arene di gioco nelle quali si disputerà la coppa Italia di Lega Nazionale Pallacanestro, a sua volta divisa in tre differenti categorie: Final Eight serie A2, Final Four serie B, Final Six serie C Gold. Competeranno nella Final Four serie B le squadre che si sono classificate al primo posto del proprio girone al termine dell’andata, ovvero: ROMA GAS&POWER EUROBASKET RM, DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO, UNIEURO 2.015 FORLÌ e la nostra ORZIBASKET, per l’occasione WALCOR ORZIBASKET

Manuel Caldarese – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Preview PMS Basketball – Gagà Milano OrziBasket

Si concluderà con una trasferta a Moncalieri una delle settimane più toste di questo campionato dal punto di vista fisico. Sabato scorso la trasferta a Firenze, mercoledì l’impegno infrasettimanale contro Desio e adesso la partita contro la PMS promettono di sfiancare letteralmente il fisico della Gagà. Occorre però la massima concentrazione fino a questo evento, per portare a termine i numerosi progressi fatti dall’arrivo dell’ultimo tassello del roster Totò Genovese, che si sta sempre di più inserendo negli schemi di coach Eliantonio che, con un ritrovato Chiacig, promette di rendere il gioco orceano più vitale che mai in vista dei tanto attesi playoffs. Non è da sottovalutare la squadra piemontese, nonostante la sua posizione in classifica (ultima con 6 punti). Moncalieri presenta una rosa basata fortemente sul settore giovanile: sono 7 i giocatori under e 3 i senior. Questi ultimi sono un punto di riferimento per i giovani e ricoprono un ruolo decisivo all’interno del gruppo: ci sono l’ala-pivot bresciana Francesco Conti, che vanta numerose esperienze in serie A tra Novara, Casale Monferrato, Sassari, Firenze e Trapani; l’ala piccola, ex compagno a Tortona del nostro Rudy Valenti, Leone Gioria; infine Maurizio Tassone, tiratore puro che ha militato negli gli ultimi anni a Pavia. Per quanto riguarda gli under, la Gagà dovrà fare attenzione a Baldasso, giocatore versatile che può ricoprire i ruoli di guardia e playmaker classe ’98, all’altro playmaker, classe ’97, Agbogan, ai lunghi del ’96 Pichi, Trovato e al ’97 Cattapan (212cm). Oltre a questi nomi, già affrontati all’andata, a tenere sull’attenti Orzinuovi c’è il nuovo innesto classe 1995 Antonio Smorto, playmaker proveniente da Ravenna (serie A2), che nelle ultime tre partite disputate ha ben figurato dando prova di poter rivitalizzare al meglio il gioco di coach Jacomuzzi. Non è nulla scontato quando si gioca contro formazioni di questo tipo, soprattutto perché è un’annata in cui lo spettro del calo di concentrazione improvviso aleggia sempre su tutte le partite della Gagà. A oggi sembra lontano, ma solo il campo potrà dire l’ultima parola in merito.

La Gagà agevolmente vince in casa contro Desio

Coach Eliantonio gioca la carta Chiacig in quintetto base, per provare a rilanciarlo dopo le ultime prestazioni difficili del medagliato olimpico (soprattutto a causa di problemi fisici). Accanto al “Ghiaccione” nazionale scendono in campo Ruggiero, Cantone e i due neo acquisti Tessitore e Genovese. Coach Villa risponde con Quartieri, Negri, Gatto, Gallazzi e il “Big fella” Politi. Il primo quarto è un continuo inseguirsi da parte delle due squadre, scese sul parquet molto aggressive difensivamente. Non mancano gli errori dal punto di vista offensivo, anche perchè i ritmi di gioco sono alti. Chiacig ha un buon impatto sulla gara con 4 punti, ma qualche errore di troppo da sotto e Ruggiero è il solito mattatore per la Gagà (7 punti nel primo quarto). Gallazzi e compagni però rimangono sempre a contatto e la prima frazione di gioco si chiude con un punticino di vantaggio per i bresciani (14-13). Nel secondo quarto Orzinuovi alza decisamente l’asticella dell’intensità difensiva e concede agli avversari solo 2 punti in quasi sei minuti. Perego è più ispirato che mai e segna 6 punti di fila. Desio è costretta al timeout sul primo mini allungo dell’orzibasket (20 a 15 a 4’16” dal termine). A questo punto rientra sul parquet “Ghiaccio” che segna ancora 2 punti e rifila una sonora stoppata a Politi. I ragazzi di Eliantonio toccano anche il più 9 con i primi 2 punti di Genovese davanti al suo nuovo pubblico, ma i brianzoli non si fanno sorprendere e restano comunque a contatto. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 28 a 23, chiara testimonianza di come le difese abbiano fin qui prevalso sugli attacchi. Al rientro sul parquet Orzinuovi attenta subito alla giugulare ospite, con un parziale di 15 a 4, confezionato dalla premiata ditta Ruggiero-Chiacig, che costinge la Rimadesio al timeout a 4’26” dal termine del terzo quarto, sul punteggio di 43 a 27. A questo punto si scalda, realizzativamente parlando, anche Cantone che, con 2 triple di fila, porta il vantaggio orceano fino alle venti lunghezze di vantaggio (49-29). Da lì i brianzoli hanno un sussulto di orgoglio, guadagnandosi 6 tiri liberi di pura voglia e accorciando il divario: si va all’ultimo riposo sul punteggio di 49 a 35. All’inizio del quarto quarto capitan Valenti, Tessitore e Motta provano a chiuderla subito, facendosi artefici di un parziale di 9 a 2 che porta gli orceani a condurre ancora oltre le venti lunghezze. Qui però sale in cattedra Politi, silente fino a questo punto della partita, che ricuce lo strappo riportando i suoi a -14. Orzinuovi però non vuole rischiare niente stasera e si riporta ancora sulle venti lunghezze di vantaggio con “Texbomb” Tessitore e Perego (67 a 47 a 1’45” dalla fine). Quando suona l’ultima sirena, Il tabellone recita il puteggio di 70 a 50 e gli orceani esce tra i meritati applausi del pubblico,al termine di una prestazione molto positiva che ha fornito risposte importanti a coach Eliantonio, soprattutto per quanto riguarda il problematico fronte difensivo. Andrea Muzio Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Preview Gagà Milano OrziBasket vs Rimadesio

È tornata sui binari giusti l’esperienza della Gagà Milano Orzibasket che, dopo la sonante sconfitta incassata in casa da parte di Udine, ha saputo reagire alla grande con due vittorie consecutive. Una nota positiva è sicuramente il neoacquisto Gennaro Tessitore, che si è finalmente inserito negli schemi di coach Eliantonio con una prestazione da 12 punti contro Vicenza e un’altra da 17 contro la Fiorentina, rimettendo sul parquet quel tiro da tre punti che, dalla partenza di Samoggia e l’infortunio di Bona, era cominciato a mancare nei referti della formazione orceana. Dal suo canto Desio non vuole però essere una delle vittime di questo momento, che promette di essere sempre più positivo stando alle aspettative di Orzinuovi. La formazione di coach Villa possiede dei buoni assi nella manica, in primis i due marcatori di razza Politi e Gallazzi. Proprio loro, durante la sfida nel girone di andata, avevano tenuto in scacco fino all’ultimo minuto la Gagà, con rispettivamente 25 e 30 punti. Politi è inoltre un giocatore fondamentale al rimbalzo (7.1 di media), qualità che sul parquet potrebbe renderlo ancora più pericoloso di quello che le statistiche mettono in mostra. Altri due giocatori da non sottovalutare sono Corno e Negri, che possono rendersi molto pericolosi dall’arco dei 6,75, oltre a Quartieri che, con caratteristiche nettamente diverse che lo portano ad attaccare continuamente il ferro con aggressività, raggiunge facilmente la doppia cifra nella colonnina dei punti messi a segno (11.5 di media). A innescare tutte queste bombe sarà il playmaker Gianmarco Gatto, dal momento che in quel ruolo non sarà disponibile Novati, ancora infortunato. A fare pericolosa la formazione di Desio è soprattutto la situazione mentale. La sconfitta incassata in casa contro Varese ha decisamente incattivito i ragazzi di coach Villa, perché si sono riaperte le corse per il raggiungimento dell’ottavo posto (l’ultimo disponibile per i playoff). Orzinuovi dovrà fare ancora a meno di bomber Bona, anche se potrà far conto su un Totò Genovese che nelle sue prime due partite, minuto dopo minuto, è emerso sempre di più e sempre meglio. Certamente cercherà di non deludere le aspettative, proprio davanti al suo pubblico. L’appuntamento è per mercoledì, ore 20:30.

Preview Fiorentina – Gagà Milano OrziBasket

Ancora una trasferta in programma per la Gagà Milano Orzibasket che sabato 13 febbraio sarà a Firenze non per ammirare la bellezza stordente delle opere di Michelangelo, ma per affrontare la Fiorentina basket Scandicci in una partita da non prendere sotto gamba. Perché se la formazione di casa arriva da un brutto periodo in cui ha ottenuto solo una vittoria nelle ultime sei partite ed è al momento invischiata nella lotta per la salvezza (quart’ultimo posto con 12 punti in classifica), è altrettanto vero che ogni partita varrà oro per i fiorentini che, soprattutto tra le mura amiche, cercheranno di allontanarsi il prima possibile dai guai. Ciò che preoccupa l’entourage orceano è la condizione mentale della squadra, messa a dura prova dalla scoppola che le ha rifilato Udine ormai dieci giorni fa. Infatti, nell’ultima partita a Vicenza, è arrivata sì una vittoria importante, ma forse ottenuta soffrendo più del dovuto calcolando che i vicentini erano privi delle loro punte di diamante, Nobile e Valesin. C’è comunque grande entusiasmo nell’ambiente orceano, accresciuto dall’innesto del talentuoso lungo Genovese, già in campo a Vicenza e impaziente di dimostrare di essere entrato in maniera armoniosa nei meccanismi della macchina orceana. Macchina che sarà ancora priva di uno dei suoi piloti d’eccellenza, Marco Bona. La Fiorentina basket si presenta al match abbastanza rivoluzionata rispetto al girone di andata. Coach Salieri, grande esperto della categoria, in grado di lasciare un’impronta forte in tutte le sue squadre soprattutto nell’organizzazione offensiva, non potrà più disporre di Marusic, Giampaoli e Vignali. Al loro posto sono arrivati Lenti, giovane lungo scuola Fortitudo Bologna e Valentini, esterno esperto, che probabilmente sarà fermo al box a causa di un infortunio. La forza dei fiorentini sono sicuramente gli esterni, tra cui spicca Toure (15,5 punti e 4,8 assist di media), play/guardia prodotto delle giovanili dell’Olimpia Milano, che con le sue qualità potrebbe ambire anche a palcoscenici ancor più prestigiosi della serie B. Tessono le complicate trame del gioco di coach Salieri accanto a Toure l’esterno tiratore Bianchi, l’ala ex Montichiari Caroli e la guardia Lasagni, capace di andare in doppia cifra nelle ultime due partite. Accanto a Lenti a battersi sotto canestro c’è il centro Di Giacomo.Rotazioni accorciate per una Fiorentina basket Scandicci che farà di tutto per tentare di arginare l’avanzata di Orzinuovi, anche perché da qui alla fine, ogni partita è oro in chiave salvezza. Sarà ancora un test importante per i ragazzi di coach Eliantonio, che devono ritrovare quella serenità totale avuta per gran parte della stagione e lavorare su alcune fasi del gioco che ultimamente non hanno proprio fatto impazzire, in primis l’efficacia e l’aggressività difensiva. Appuntamento a sabato 13 febbraio al pala Marcellino di Firenze, ore 21 e 15 (non si giocherà a Scandicci come di consueto).

L’OrziBasket in quel di Vicenza ritorna a vincere!

Non è la solita partenza lenta quella di stasera della Gagà, anzi entrambe le squadre mettono subito in scena un gioco frizzante e ricco di azioni veloci, a dimostrazione di come quella con Vicenza non sia affatto una partita facile. Il momento di stallo, dove le due contendenti si fermano per studiarsi e schermare un po’ di più, arriva passati i primi 5 minuti. Sul 13-13 firmato Stefanini con 4’37” da giocare, per quasi due minuti va a segno solo un canestro per parte. È Motta a infilare uno dei suoi tiri in sospensione a 2’27” dalla prima sirena (15-17), sbloccando lo stallo che si era creato, ma senza creare scenari incredibili. Anzi, fa un altro canestro Motta a 1’33” dal termine e poi la risposta di Andrea Campiello fa terminare il primo quarto sul 17-19. Nel secondo quarto si scatena TexBomb Tessitore, fino ad ora rimasto un po’ ai margini dei referti orceani, che segna ben 4 triple nell’arco dei 10′. Non per questo è stato tutto facile, anzi fino ai primi 5 minuti la situazione è sempre stata di sostanziale parità, quando dal canestro di Mazzucchelli al 5’02” (28-30) si sono aperte le danze orchestrate dai ragazzi di coach Eliantonio, che concedono soltanto altri 6 punti, mettendone però a referto altri 15 (34-45). Al rientro dagli spogliatoi, Chiacig la fa subito da protagonista con 4 punti in poco più di un minuto, conditi da un recupero difensivo degno di questo nome che costringono immediatamente coach Magagnoli al timeout (36-49 al 1’14”). La strigliata del coach di casa dovrà aspettare qualche minuto prima di produrre qualche risultato tangibile, ma quando arrivano si fanno impetuosi. Punto su punto, senza parziali mozzafiato, Vicenza accorcia incredibilmente le distanze e la tripla di Benassi al 7’31” sancisce una restaurata situazione di sostanziale parità: siamo 54-55, e per Orzinuovi è tutto da rifare. Non serve il timeout per svegliare la Gagà, ma è un semplice sguardo al tabellone dei cinque in campo a ribaltare la situazione. Subito una tripla di Motta, a seguire quella di Genovese e un altro canestro di Valenti, insieme a una difesa col coltello tra i denti che non concede un’azione che sia una ai padroni di casa, manda la Gagà in panchina a preparare gli ultimi 10 minuti con un confortante +9 sul tabellone (54-63). Durante l’ultimo quarto di gioco Orzinuovi raggiunge il massimo vantaggio grazie a un canestro di Valenti al 3’21” (54-69), ma poi Vicenza comincia a rifarsi avanti, anche se non riuscirà mai a mettere a referto quel parziale che si era fatto ormai necessario, visto il poco tempo a disposizione. Orzinuovi sbaglia troppo, ma è altrettanto brava a non concedere nulla. La quarta e ultima sirena arriva sul 70-79, e Orzinuovi può tornare a sorridere dopo la disfatta subita in casa per mano di Udine.

Preview: Banca Popolare di Vicenza – Gagà Milano OrziBasket

Necessità di archiviare velocemente la pesante sconfitta contro Udine, dimenticare e ripartire da tutto ciò che di buono (ed è tanto) ha fatto in questa stagione. Queste le premesse per la Gagà Milano Orzibasket alla vigilia di una trasferta importante come quella di domenica, che la porterà a calcare il parquet di Vicenza. Purtroppo per Orzinuovi, però, non sarà una passeggiata come quella che ci vorrebbe dopo una battaglia persa e che ha provocato ferite alquanto profonde, anzi: sarà una partita combattuta e dall’esito quasi sicuramente incerto fino alle ultime battute. La Pallacanestro Vicenza, infatti, è senza dubbio la squadra rivelazione di questo campionato. Reduce da due belle vittorie con Crema e Sangiorgese, con i suoi 22 punti occupa attualmente la sesta posizione in classifica a pari merito con Lecco. Decisamente non male per essere una neo promossa dalla C1.

E sorprende pure il fatto che l’allenatore di questa squadra sia un esordiente come Tisato che fino all’anno scorso giocava proprio nelle fila di Vicenza, e che per colpa di una fastidiosa fascite plantare ha fatto la coraggiosa scelta di attaccare le scarpe al chiodo e vestire i panni del coach. Con risultati, per ora, più che positivi. Cavallo di battaglia dei vicentini è sicuramente il reparto lunghi che con Nobile, (forse uno dei centri più concreti del campionato con i suoi 13 punti e 10 rimbalzi di media) e i due fratelli Campiello (Andrea è l’ala grande titolare, segna 12.6 punti a partita ed è dotato di tanta tecnica ed esperienza, Umberto può cambiare sia il pivot che l’ala grande ed è un giocatore molto energico, agonista puro) costituiscono una frontline di tutto rispetto per questa categoria. Tra gli esterni spicca l’ottimo apporto in fase realizzativa da parte di Valesin (13.9 punti di media), giocatore atletico e offensivamente completo potendo tirare da 3 e penetrare con la stessa ottima efficacia. A Valesin si affiancano Benassi, guardia tiratrice, e Stefanini, ala classe ’93 che ha giocato in serie B silver le ultime 2 stagioni, con Recanati e Piacenza. In cabina di regia si alternano Pasqualin, playmaker tascabile proveniente da un importante settore giovanile come quello della Blu Orobica, giocatore rapido e di spinta, e Boaro play classe ’92 che sta cercando di distinguersi in questa categoria dopo buone stagioni in serie C. Non è decisamente la trasferta che coach Eliantonio avrebbe voluto per ripartire agevolmente dopo la batosta subita per mano di Udine. Questa fondamentale partita sarà un ulteriore banco di prova per la Gagà che, ancora priva di una pedina importante (sia in fase realizzativa che di regia) come Bona, dovrà trovare la forza di ricompattarsi e ritornare a esprimere quel bel basket che l’ha contraddistinta per larghe fasi di questo campionato (un esempio è proprio la partita di andata contro Vicenza, dove Orzinuovi aveva vinto e convinto).

Appuntamento a domenica 7 febbraio, ore 18.