Archivio mensile:ottobre 2016

L’Agribertocchi Orzibasket doma una tenace Alto Sebino

L’avvio di partita è da shock per L’Agribertocchi Orzibasket che parte male in attacco, molto imprecisa sia nel tiro che nelle scelte, e perde troppi palloni. Alto Sebino ne approfitta e punisce anche qualche disattenzione difensiva di troppo degli orceani, costringendo Crotti al primo time out a 4’ dalla fine, con il tabellone che, impietoso per i suoi ragazzi, recita 5-15 in favore degli ospiti. Le parole di Crotti danno i loro frutti perché i bianco blu reagiscono immediatamente e, grazie anche a due triple di Scanzi, si riportano a contatto (15-17 a meno di un minuto dalla fine). La prima frazione si conclude con gli ospiti in vantaggio di 4 lunghezze (15-19). Nel secondo quarto Orzinuovi cambia completamente faccia, essendo più aggressiva in difesa e più concreta in attacco, con Scanzi e Cantone protagonisti. Il primo sorpasso arriva a 5’ dal termine e, dopo la terza tripla di serata del playmaker partenopeo, il tabellone recita 27-26 Orzibasket. Da qui in poi si crea una situazione di sostanziale equilibrio e il primo tempo si chiude con i padroni di casa avanti di 3, sul punteggio di 36-33. Al rientro dopo la pausa lunga, l’Agribertocchi tenta di azzannare la partita alla giugulare e, con 3 triple consecutive del trio Cantone, Scanzi, Piunti, si porta sul massimo vantaggio (49-40 a 6’ dal termine). I sebini però non mollano con Centanni che sale in cattedra e risponde con due bombe consecutive riportando i suoi sul -3. Negli ultimi minuti del terzo quarto gli orceani piazzano un importante break che li porta in doppia cifra di vantaggio (61-51). Nell’ultima frazione dominano inizialmente le difese, poi Alto Sebino prova l’ultimo assalto arrivando a -6 ancora con i canestri di Centanni, ma subito due triple di Lorenzetti e Tourè riportano i bianco blu a distanza di sicurezza. Da qui in poi i bresciani amministrano bene il vantaggio non mollando l’aggressività difensiva fino alla fine, e ottenendo così un’importante vittoria frutto di una buona prova di squadra. Andrea Scanzi, autore di 20 punti, mvp del match e decisivo su ambo i lati del campo, si mostra molto soddisfatto per la tenuta mentale della squadra: “Questa partita sulla carta sembrava agevole, ma siamo partiti male. Siamo stati bravi a stare lì con la testa nonostante all’inizio non fossimo lucidissimi. Voglio sottolineare che questa è stata una prova di maturità, anche in luogo di una situazione di squadra non facile dal punto di vista fisico, con Ruggiero e Bona fermi ai box e Zambon e Cantone influenzati. Sono molto soddisfatto di questa prova di squadra e credo che siamo sulla strada giusta per il proseguimento della stagione.”

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

copertina

Preview Agribertocchi Orzinuovi vs Alto Sebino

Ritorna finalmente tra le mura amiche l’Agribertocchi Orzibasket dopo due trasferte consecutive che l’hanno vista soccombere in quel di Faenza e poi rinascere sul campo di Desio, dove gli orceani hanno messo in scena un’ottima prestazione di squadra, mostrando un’importante solidità difensiva per tutti i 40 minuti e tracciando così la giusta strada per il proseguio del campionato. A far visita ai bianco blu arriva Alto Sebino, per una sfida che ormai è diventata tradizionale e che si ripropone infatti per il quarto anno consecutivo: il bilancio prima di questo imminente match è di 4-2 in favore degli orceani. E questa partita sarà sicuramente molto sentita da coach Alessandro Crotti, ex d’eccellenza che ha guidato per gli ultimi tre anni consecutivi la Vivigas, lasciando in terra sebina ottimi ricordi. A sostituire il coach cremasco sulla panchina di Alto Sebino è stato promosso Massimo Giubertoni, già vice di Crotti e all’esordio come capo allenatore in serie B. I leader tecnici ed emotivi della Vivigas sono senza dubbio il cavallo di ritorno Simone Centanni, talentuoso playmaker con tanti punti nelle mani (13.5 di media quest’anno) e già capo cannoniere di questo girone di serie B nella stagione 14/15, e Andrea Pilotti, ala/pivot con mano educatissima dalla lunga distanza, giocatore esperto della categoria, ex Udine e attualmente al secondo anno con la maglia della Vivigas (13.3 punti di media in stagione). Questi due ottimi giocatori si incastrano in un progetto che è fortemente improntato sul lancio dei giovani. Infatti, a parte la presenza dell’argentino classe ’92 Andres Bergamin (8.5 punti di media) e del cremonese classe ’94 Francesco Belloni (7.8 punti di media), l’organico sebino è composto da sei atleti under, che spaziano tra le classi ’96,’97 e ’98 e in cui spiccano certamente Esposito, ala/pivot proveniente da Desio che sta ben figurando in questo inizio di campionato (9.5 punti di media), e Stanzani, pivot che mette a referto 7 punti di media. Sta trovando spazio in rotazione anche un ex orceano come Pietro Permon. Completano il roster a disposizione di coach Giubertoni Marco Borghetti, giovane guardia proveniente da Lumezzane, e il classe ’97 Mattia Coltro, playmaker di ricambio al secondo anno con questa maglia. Sarà un banco di prova importante per l’Agribertocchi Orzibasket, sia per la classifica, ma soprattutto per continuare nel solco tracciato in occasione della trasferta di Desio, in cui si è vista una squadra solida, compatta e dura, specialmente in difesa, per tutti i 40 minuti. Appuntamento al Palambienti di Orzinuovi domenica 30 ottobre, ore 18.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Preview Aurora Desio vs Agribertocchi Orzinuovi

Arriva da una bruciante e inopinata sconfitta l’Agribertocchi Orzibasket. Battuta d’arresto, arrivata sul campo di Faenza, che dovrebbe far capire una volta in più, se ce ne fosse ancora bisogno, che questo è un campionato duro, e ogni domenica è necessario scendere sul parquet con la mentalità giusta, soprattutto dal punto di vista difensivo. Questa settimana i ragazzi di coach Crotti dovranno affrontare un’altra trasferta, la terza nelle prime quattro giornate, per provare a riprendere la strada della vittoria e mettere così le marce alte dopo l’inchiodata di Faenza. I bresciani sbarcheranno infatti a Desio che è ancora in cerca del primo successo stagionale, avendo perso le prime due partite contro Piacenza e Reggio Emilia, e non avendo disputato la terza giornata a causa delle defezioni di due dei suoi giocatori (Verri e Negri) che erano impegnati nella rassegna mondiale di 3vs3 in Cina. La guida tecnica dei brianzoli è affidata per un altro anno, il terzo consecutivo, a Davide Villa, coach nato e cresciuto professionalmente proprio in questa società, prima nel settore giovanile e poi come capo allenatore. Pericolo pubblico numero uno per gli avversari dell’Aurora Pallacanestro Desio è senza dubbio Andrea Negri, guardia/ala classe ’88 che nei primi due match stagionali si è messo in mostra viaggiando a 20 punti di media con un mostruoso 67% da 3. Accanto a lui, nel quintetto base, c’è il talentuoso playmaker classe ’97 Luca Valentini, proveniente dal settore giovanile della Junior Casale Monferrato, la giovane ala classe ’98 Andrea Mazzoleni, cresciuto proprio nel florido vivaio dell’Aurora, e i due lunghi di stazza Verri, al primo anno con questa maglia, e Politi, al terzo anno consecutivo di militanza a Desio. Dalla panchina arrivano Roberto Buzzini, playmaker mancino, Simone Casati, talentuosa guardia classe ’97 con buona mano dalla lunga distanza, Poggi, giovane ala classe ’97 proveniente da Palestrina, e Luca Albique, ala/centro classe ’97 proveniente anch’esso dal settore giovanile dell’Aurora. Sarà invece probabilmente indisponibile l’ala Marco Torgano, pedina importante per la rotazione di coach Villa, ancora fermo ai box a causa di una frattura da stress alla tibia. E’ tempo di riscatto, dunque, per l’Agribertocchi Orzibasket che dovrà dare un segnale importante dal punto di vista dell’atteggiamento in campo e della solidità mentale, sia offensiva che, soprattutto, difensiva, ancora una volta lontana dalle mura amiche. L’avversario è agguerrito perché ancora in cerca dei primi due punti stagionali, ma i bresciani hanno tutte le carte in regola per poter ingranare la quinta e portare a casa un importante successo. Appuntamento al Palazzetto Aldo Moro di Desio sabato 22 ottobre, ore 21.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Preview Faenza vs Agribertocchi Orzinuovi

Continua il campionato dell’Agribertocchi Orzibasket che, dopo due vittorie in altrettante partite, è al comando della classifica in compagnia di Cento, Padova, Piacenza e Reggio Emilia. I bresciani sono reduci da una convincente vittoria ottenuta ai danni dell’ostica Gimar Lecco, in cui i ragazzi di coach Crotti sono riusciti a convincere sia in attacco che (soprattutto) in difesa e hanno concluso la gara sull’eloquente punteggio di 79-53. Dopo il trionfo casalingo, però, stanno per arrivare due trasferte consecutive, banco di prova importante per testare la caratura di Orzinuovi lontano dalle mura amiche, anche alla luce del primo sudatissimo successo che i biancoblu avevano ottenuto a Milano nel primo match stagionale. Gli orceani dovranno dimostrare di saper convincere non solo in casa e domenica viaggeranno alla volta di Faenza per una sfida inedita, visto che l’anno scorso i romagnoli militavano nel girone A , mentre due stagioni fa vinsero il campionato di serie C Gold, guadagnandosi sul campo la promozione in B. La Raggisolaris Faenza, guidata dal giovane coach, nonché ex giocatore di buon livello, Regazzi, ha un bilancio in parità nelle prime due partite stagionali, avendo perso con Reggio Emilia in trasferta e vinto in casa contro i sardi di Su Stentu Sestu. La Rekico, squadra che ama il gioco in velocità e non disdegna anche l’arma del tiro da tre punti in transizione nei primi secondi dell’azione, disputa i suoi match in una struttura di tutto rispetto, che ha una capienza di ben 5000 posti a sedere. I nomi illustri del roster faentino sono il talentuoso esterno Penserini, dotato di grande abilità nell’uno contro uno, e che ha già vinto per due volte il campionato di serie B con le maglie di Ravenna e Legnano (sconfiggendo in finale l’allora Gagà Milano Orzibasket al termine della stagione 2013/14) e Casadei, lungo esperto con mano educatissima anche da tre punti, ma che può farsi valere anche nel pitturato. Al suo fianco, nel reparto lunghi, coach Regazzi può schierare Silimbani, mancino con doppia dimensione di gioco dentro/fuori, Iattoni, ala grande abile nell’uno contro uno e con parecchi punti nelle mani, e Di Coste, pivot classe ’95 di, udite udite, 218 cm. In cabina di regia c’è Perin, playmaker proveniente dal vivaio della Montepaschi Siena che vanta già, nonostante la giovane età (’93), parecchia esperienza in questa categoria. A dargli respiro c’è Benedetti, playmaker di riserva. Infine, per quanto riguarda gli esterni, sta già ben figurando in questo inizio di campionato il giovane classe ’97 Donadoni, proveniente da Lissone, a cui si affiancano il play/guardia Boero e l’ala tiratrice Pini. E così l’Agribertocchi Orzibasket giocherà due partite insidiose lontano dal Pala Ambienti, la prima, come già detto, a Faenza e la seconda a Desio. Due test importanti per una squadra che ha chiare ambizioni di arrivare fino in fondo, dimostrando di poterlo fare già da questo inizio di campionato. Appuntamento al Pala Cattani di Faenza domenica 16 ottobre, ore 18.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Orzinuovi, un carro armato che si abbatte su Lecco

L’inizio del match è abbastanza equilibrato con le due squadre che si rispondono colpo su colpo cercando di rimanere l’una al seguito dell’altra. È Orzinuovi che prova a dare la prima scossa, portandosi sul 10-5 a 5’31’’ dal termine e costringendo lecco al time out. La strigliata di Meneguzzo però sembra incidere, tanto che la Gimar riesce anche a mettere la testa avanti con un canestro di Balanzoni (14-15 a 2’ dalla fine). Un canestro a testa dei lunghi Piunti e Valenti riporta i bresciani in vantaggio quando suona la prima sirena (18-15). Nel secondo quarto è ancora l’equilibrio a farla da padrone, e gli ospiti si riportano in vantaggio grazie alle incursioni di Fumagalli e Balanzoni. Ma coach Crotti chiama un time out a 4’ dalla fine e i bianco blu riprendono in mano le redini del match chiudendo il primo tempo sul massimo vantaggio (36-28). Alla ripresa dopo la pausa lunga, Orzinuovi parte forte e, grazie soprattutto a una grande prova difensiva, arriva a toccare il +14 quando mancano 7’ al termine del quarto. I ragazzi di Crotti non mollano la pressione difensiva e concedono solo 8 punti nell’arco dell’intero terzo quarto che concludono sopra di venti lunghezze (56- 36) dopo la spettacolare tripla di un ispirato Tourè. Nel quarto quarto Lecco prova almeno a salvare la faccia e si porta sul -14, ma Orzinuovi stasera è un carro armato e ricaccia subito gli avversari sotto di 21 lunghezze a 6’ dal termine (65-44). Da lì in poi è solo una marcia trionfale in cui spiccano le giocate di classe di Ruggiero (top scorer di serata con 17 punti). Segna anche Lorenzetti e così tutti gli orceani vanno a referto, coronando, se ce n’era bisogno, una grande prova di squadra. Il punteggio finale parla chiaro: 79-53.

Il commento di coach Crotti “Lecco è una squadra tosta, ben allenata e per questo noi temevamo questa partita, anche perché loro arrivavano da una larga vittoria all’esordio. Siamo stati molto bravi, soprattutto nel secondo tempo, nel aspetto difensivo del gioco. Gli unici traballamenti sono avvenuti all’inizio della gara, con qualche taglia fuori mancato e alcuni cambi sul pick ‘n roll troppo morbidi, ma siamo molto soddisfatti di questa solida prestazione di squadra.”

Andrea Muzio – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi


unnamed (1)

Preview Agribertocchi Orzinuovi – Gimar Basket Lecco

E’ iniziato nel migliore dei modi il campionato dell’Agribertocchi Orzibasket nonostante, a pochi secondi dalla fine del match inaugurale disputato sul campo dell’Urania Milano, si stesse materializzando una bruciante sconfitta, sventata in extremis da una prodezza di Bona che, con una bomba a 8 secondi dal termine, ha mandato la partita al supplementare poi dominato dagli orceani (68-78 il finale). Qualche sofferenza di troppo quindi per i ragazzi di coach Crotti, dovuta anche alla tensione dell’esordio, e al buon piglio degli avversari che ha confermato l’ottimo livello di questo girone e il fatto che nessuna partita avrà esito scontato. A cominciare dal primo impegno casalingo di domenica che vedrà sbarcare al PalAmbienti l’ottima Gimar Basket Lecco, reduce da una schiacciante vittoria contro Alto Sebino (94-62 il punteggio finale). I lecchesi hanno già messo l’Orzibasket a dura prova nel precampionato, in occasione del torneo Trioni-Forloni, dove gli orceani avevano ottenuto una sofferta vittoria ribaltando il risultato solo nell’ultimo parziale di gioco. Sulla panchina di Lecco siede ancora, e per il terzo anno consecutivo, l’esperto coach Meneguzzo, che l’anno scorso ha guidato i suoi ai playoff in una stagione decisamente positiva. Obiettivo playoff che resta ampiamente alla portata di questa squadra, nonostante le defezioni di tre giocatori importanti come Piunti, Dagnello e Mascherpa. Il roster della Gimar rimane comunque di tutto rispetto a cominciare dalla cabina di regia, guidata dal playmaker classe ’93 Davide Todeschini, giocatore in costante crescita. Il suo cambio è il talentuoso Fumagalli, giovane classe ’96 proveniente dalle giovanili dell’Olimpia Milano. Tra gli esterni spicca sicuramente Giacomo Siberna, guardia dal variegato repertorio offensivo, autore di 24 punti nella gara di esordio. L’ala piccola titolare è Daniele Quartieri, giocatore fisico, tosto in difesa, che aveva già brillato recentemente al PalAmbienti nel match disputato nel torneo Trioni-Forloni. A completare il reparto esterni arrivano dalla panchina il riconfermato Brambilla, giovane classe ’96, e Peroni, classe ’94 proveniente dalla Stella Azzurra Viterbo. A difesa dei tabelloni sotto canestro è stato riconfermato il centro Balanzoni, lottatore e ottimo rimbalzista grazie anche alle sue lunghe leve. Al suo fianco, a sostituire Piunti nel ruolo di ala grande, è arrivato Gaetano Spera, giocatore di 208cm che nella gara d’esordio si è messo in mostra tirando col 100% dal campo (7/7) e catturando ben 10 rimbalzi. Completano il roster lecchese i lunghi Urbani e Piva che hanno avuto anch’essi un buon minutaggio nella prima gara, a conferma che questa squadra può contare su una rotazione di dieci giocatori che permette a coach Meneguzzo di tenere sempre alto il ritmo di gioco e l’intensità della difesa. Si prospetta dunque un’altra dura battaglia per l’Agribertocchi che dovrà scendere in campo con la giusta determinazione per provare a dare la prima gioia casalinga ai propri tifosi. Appuntamento al PalAmbienti di Orzinuovi domenica 9 ottobre, ore 18.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi