Archivi categoria: In Generale

Preview Bergamo vs Agribertocchi Orzinuovi

Sta per arrivare la sfida più attesa del girone b di serie B che vedrà fronteggiarsi le indiscusse favorite di questo campionato. L’Agribertocchi Orzinuovi andrà infatti a far visita alla CO.MARK Bergamo nel suo Centro Sportivo Italcementi che i bresciani non sono mai riusciti ad espugnare da quando militano in questa categoria. E’ già il terzo anno consecutivo che le due squadre si affrontano in questo campionato, dando vita così a una sana e affascinante rivalità sportiva anche, se non soprattutto, dopo le semifinali playoff dell’anno scorso in cui gli orobici trionfarono meritatamente sugli orceani, chiudendo la serie sul 3-1. Entrambe le compagini sono reduci da due vittorie consecutive. I biancoblu hanno avuto la meglio di Desio e di Alto Sebino, convincendo soprattutto dal punto di vista difensivo, mentre i gialloneri hanno sofferto sia in casa contro Lecco, che in trasferta a Reggio Emilia, ottenendo quest’ultima vittoria soltanto dopo aver rimontato 17 punti di scarto portando così la partita al supplementare. L’ambiziosa squadra bergamasca, che nell’estate ha cercato anche di acquisire i diritti sportivi da Scafati per poter accedere al campionato di serie A2, è a tutti gli effetti la favorita di questo girone b, e per raggiungere l’obiettivo finale si è affidata ancora alla sapienza cestistica di coach Cece Ciocca. Insieme all’allenatore, la società ha deciso di riconfermare anche lo zoccolo duro della squadra finalista della passata stagione. Il roster si presenta quindi invariato per i suoi 6/10, con Planezio, Panni, Chiarello, Pullazi, Milani e l’argentino Ghersetti (fino a questo momento mvp del campionato con 21.8 punti e 7 rimbalzi di media) a vestire ancora la maglia giallonera. Ad affiancare questi sei pezzi grossi, la società ha investito su tre giocatori altrettanto validi come Simone Berti, play guardia di 1.95m, reduce da parecchie stagioni in A2 con le maglie di Biella, Veroli e Pistoia, Nicolò Cazzolato (probabile assente), play/guardia classe’89 anche ex Montichiari, che l’anno scorso militava in serie A con la Vanoli Cremona, e Squeo, pivot che l’anno scorso ha disputato un’ottima stagione con Alto Sebino. Completa il roster il giovane albanese Bedini. C’è molto fermento in casa Agribertocchi Orzibasket anche se è soltanto la sesta giornata e la sfida non è ancora decisiva. C’è voglia di riscatto dopo il negativo epilogo dei playoff della passata stagione, e i ragazzi di coach Crotti sono intenzionati a dare un segnale forte alla propria società e ai tifosi che in gran numero seguiranno la squadra al Centro Sportivo Italcementi di Bergamo (domenica 6 novembre, ore 18). Nonostante Antonio Ruggiero, leader tecnico dei bresciani, sia ancora in dubbio per l’infortunio al mignolo della mano rimediato a Desio, ci sono tutte le carte in regola per una sfida molto equilibrata e che si prospetta assai divertente anche per gli spettatori. L’appello è quindi di accorrere a Bergamo per gustarsi il vero big match di questo girone b di serie B.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

L’Agribertocchi Orzibasket doma una tenace Alto Sebino

L’avvio di partita è da shock per L’Agribertocchi Orzibasket che parte male in attacco, molto imprecisa sia nel tiro che nelle scelte, e perde troppi palloni. Alto Sebino ne approfitta e punisce anche qualche disattenzione difensiva di troppo degli orceani, costringendo Crotti al primo time out a 4’ dalla fine, con il tabellone che, impietoso per i suoi ragazzi, recita 5-15 in favore degli ospiti. Le parole di Crotti danno i loro frutti perché i bianco blu reagiscono immediatamente e, grazie anche a due triple di Scanzi, si riportano a contatto (15-17 a meno di un minuto dalla fine). La prima frazione si conclude con gli ospiti in vantaggio di 4 lunghezze (15-19). Nel secondo quarto Orzinuovi cambia completamente faccia, essendo più aggressiva in difesa e più concreta in attacco, con Scanzi e Cantone protagonisti. Il primo sorpasso arriva a 5’ dal termine e, dopo la terza tripla di serata del playmaker partenopeo, il tabellone recita 27-26 Orzibasket. Da qui in poi si crea una situazione di sostanziale equilibrio e il primo tempo si chiude con i padroni di casa avanti di 3, sul punteggio di 36-33. Al rientro dopo la pausa lunga, l’Agribertocchi tenta di azzannare la partita alla giugulare e, con 3 triple consecutive del trio Cantone, Scanzi, Piunti, si porta sul massimo vantaggio (49-40 a 6’ dal termine). I sebini però non mollano con Centanni che sale in cattedra e risponde con due bombe consecutive riportando i suoi sul -3. Negli ultimi minuti del terzo quarto gli orceani piazzano un importante break che li porta in doppia cifra di vantaggio (61-51). Nell’ultima frazione dominano inizialmente le difese, poi Alto Sebino prova l’ultimo assalto arrivando a -6 ancora con i canestri di Centanni, ma subito due triple di Lorenzetti e Tourè riportano i bianco blu a distanza di sicurezza. Da qui in poi i bresciani amministrano bene il vantaggio non mollando l’aggressività difensiva fino alla fine, e ottenendo così un’importante vittoria frutto di una buona prova di squadra. Andrea Scanzi, autore di 20 punti, mvp del match e decisivo su ambo i lati del campo, si mostra molto soddisfatto per la tenuta mentale della squadra: “Questa partita sulla carta sembrava agevole, ma siamo partiti male. Siamo stati bravi a stare lì con la testa nonostante all’inizio non fossimo lucidissimi. Voglio sottolineare che questa è stata una prova di maturità, anche in luogo di una situazione di squadra non facile dal punto di vista fisico, con Ruggiero e Bona fermi ai box e Zambon e Cantone influenzati. Sono molto soddisfatto di questa prova di squadra e credo che siamo sulla strada giusta per il proseguimento della stagione.”

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

copertina

Preview Agribertocchi Orzinuovi vs Alto Sebino

Ritorna finalmente tra le mura amiche l’Agribertocchi Orzibasket dopo due trasferte consecutive che l’hanno vista soccombere in quel di Faenza e poi rinascere sul campo di Desio, dove gli orceani hanno messo in scena un’ottima prestazione di squadra, mostrando un’importante solidità difensiva per tutti i 40 minuti e tracciando così la giusta strada per il proseguio del campionato. A far visita ai bianco blu arriva Alto Sebino, per una sfida che ormai è diventata tradizionale e che si ripropone infatti per il quarto anno consecutivo: il bilancio prima di questo imminente match è di 4-2 in favore degli orceani. E questa partita sarà sicuramente molto sentita da coach Alessandro Crotti, ex d’eccellenza che ha guidato per gli ultimi tre anni consecutivi la Vivigas, lasciando in terra sebina ottimi ricordi. A sostituire il coach cremasco sulla panchina di Alto Sebino è stato promosso Massimo Giubertoni, già vice di Crotti e all’esordio come capo allenatore in serie B. I leader tecnici ed emotivi della Vivigas sono senza dubbio il cavallo di ritorno Simone Centanni, talentuoso playmaker con tanti punti nelle mani (13.5 di media quest’anno) e già capo cannoniere di questo girone di serie B nella stagione 14/15, e Andrea Pilotti, ala/pivot con mano educatissima dalla lunga distanza, giocatore esperto della categoria, ex Udine e attualmente al secondo anno con la maglia della Vivigas (13.3 punti di media in stagione). Questi due ottimi giocatori si incastrano in un progetto che è fortemente improntato sul lancio dei giovani. Infatti, a parte la presenza dell’argentino classe ’92 Andres Bergamin (8.5 punti di media) e del cremonese classe ’94 Francesco Belloni (7.8 punti di media), l’organico sebino è composto da sei atleti under, che spaziano tra le classi ’96,’97 e ’98 e in cui spiccano certamente Esposito, ala/pivot proveniente da Desio che sta ben figurando in questo inizio di campionato (9.5 punti di media), e Stanzani, pivot che mette a referto 7 punti di media. Sta trovando spazio in rotazione anche un ex orceano come Pietro Permon. Completano il roster a disposizione di coach Giubertoni Marco Borghetti, giovane guardia proveniente da Lumezzane, e il classe ’97 Mattia Coltro, playmaker di ricambio al secondo anno con questa maglia. Sarà un banco di prova importante per l’Agribertocchi Orzibasket, sia per la classifica, ma soprattutto per continuare nel solco tracciato in occasione della trasferta di Desio, in cui si è vista una squadra solida, compatta e dura, specialmente in difesa, per tutti i 40 minuti. Appuntamento al Palambienti di Orzinuovi domenica 30 ottobre, ore 18.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Preview Aurora Desio vs Agribertocchi Orzinuovi

Arriva da una bruciante e inopinata sconfitta l’Agribertocchi Orzibasket. Battuta d’arresto, arrivata sul campo di Faenza, che dovrebbe far capire una volta in più, se ce ne fosse ancora bisogno, che questo è un campionato duro, e ogni domenica è necessario scendere sul parquet con la mentalità giusta, soprattutto dal punto di vista difensivo. Questa settimana i ragazzi di coach Crotti dovranno affrontare un’altra trasferta, la terza nelle prime quattro giornate, per provare a riprendere la strada della vittoria e mettere così le marce alte dopo l’inchiodata di Faenza. I bresciani sbarcheranno infatti a Desio che è ancora in cerca del primo successo stagionale, avendo perso le prime due partite contro Piacenza e Reggio Emilia, e non avendo disputato la terza giornata a causa delle defezioni di due dei suoi giocatori (Verri e Negri) che erano impegnati nella rassegna mondiale di 3vs3 in Cina. La guida tecnica dei brianzoli è affidata per un altro anno, il terzo consecutivo, a Davide Villa, coach nato e cresciuto professionalmente proprio in questa società, prima nel settore giovanile e poi come capo allenatore. Pericolo pubblico numero uno per gli avversari dell’Aurora Pallacanestro Desio è senza dubbio Andrea Negri, guardia/ala classe ’88 che nei primi due match stagionali si è messo in mostra viaggiando a 20 punti di media con un mostruoso 67% da 3. Accanto a lui, nel quintetto base, c’è il talentuoso playmaker classe ’97 Luca Valentini, proveniente dal settore giovanile della Junior Casale Monferrato, la giovane ala classe ’98 Andrea Mazzoleni, cresciuto proprio nel florido vivaio dell’Aurora, e i due lunghi di stazza Verri, al primo anno con questa maglia, e Politi, al terzo anno consecutivo di militanza a Desio. Dalla panchina arrivano Roberto Buzzini, playmaker mancino, Simone Casati, talentuosa guardia classe ’97 con buona mano dalla lunga distanza, Poggi, giovane ala classe ’97 proveniente da Palestrina, e Luca Albique, ala/centro classe ’97 proveniente anch’esso dal settore giovanile dell’Aurora. Sarà invece probabilmente indisponibile l’ala Marco Torgano, pedina importante per la rotazione di coach Villa, ancora fermo ai box a causa di una frattura da stress alla tibia. E’ tempo di riscatto, dunque, per l’Agribertocchi Orzibasket che dovrà dare un segnale importante dal punto di vista dell’atteggiamento in campo e della solidità mentale, sia offensiva che, soprattutto, difensiva, ancora una volta lontana dalle mura amiche. L’avversario è agguerrito perché ancora in cerca dei primi due punti stagionali, ma i bresciani hanno tutte le carte in regola per poter ingranare la quinta e portare a casa un importante successo. Appuntamento al Palazzetto Aldo Moro di Desio sabato 22 ottobre, ore 21.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Preview Faenza vs Agribertocchi Orzinuovi

Continua il campionato dell’Agribertocchi Orzibasket che, dopo due vittorie in altrettante partite, è al comando della classifica in compagnia di Cento, Padova, Piacenza e Reggio Emilia. I bresciani sono reduci da una convincente vittoria ottenuta ai danni dell’ostica Gimar Lecco, in cui i ragazzi di coach Crotti sono riusciti a convincere sia in attacco che (soprattutto) in difesa e hanno concluso la gara sull’eloquente punteggio di 79-53. Dopo il trionfo casalingo, però, stanno per arrivare due trasferte consecutive, banco di prova importante per testare la caratura di Orzinuovi lontano dalle mura amiche, anche alla luce del primo sudatissimo successo che i biancoblu avevano ottenuto a Milano nel primo match stagionale. Gli orceani dovranno dimostrare di saper convincere non solo in casa e domenica viaggeranno alla volta di Faenza per una sfida inedita, visto che l’anno scorso i romagnoli militavano nel girone A , mentre due stagioni fa vinsero il campionato di serie C Gold, guadagnandosi sul campo la promozione in B. La Raggisolaris Faenza, guidata dal giovane coach, nonché ex giocatore di buon livello, Regazzi, ha un bilancio in parità nelle prime due partite stagionali, avendo perso con Reggio Emilia in trasferta e vinto in casa contro i sardi di Su Stentu Sestu. La Rekico, squadra che ama il gioco in velocità e non disdegna anche l’arma del tiro da tre punti in transizione nei primi secondi dell’azione, disputa i suoi match in una struttura di tutto rispetto, che ha una capienza di ben 5000 posti a sedere. I nomi illustri del roster faentino sono il talentuoso esterno Penserini, dotato di grande abilità nell’uno contro uno, e che ha già vinto per due volte il campionato di serie B con le maglie di Ravenna e Legnano (sconfiggendo in finale l’allora Gagà Milano Orzibasket al termine della stagione 2013/14) e Casadei, lungo esperto con mano educatissima anche da tre punti, ma che può farsi valere anche nel pitturato. Al suo fianco, nel reparto lunghi, coach Regazzi può schierare Silimbani, mancino con doppia dimensione di gioco dentro/fuori, Iattoni, ala grande abile nell’uno contro uno e con parecchi punti nelle mani, e Di Coste, pivot classe ’95 di, udite udite, 218 cm. In cabina di regia c’è Perin, playmaker proveniente dal vivaio della Montepaschi Siena che vanta già, nonostante la giovane età (’93), parecchia esperienza in questa categoria. A dargli respiro c’è Benedetti, playmaker di riserva. Infine, per quanto riguarda gli esterni, sta già ben figurando in questo inizio di campionato il giovane classe ’97 Donadoni, proveniente da Lissone, a cui si affiancano il play/guardia Boero e l’ala tiratrice Pini. E così l’Agribertocchi Orzibasket giocherà due partite insidiose lontano dal Pala Ambienti, la prima, come già detto, a Faenza e la seconda a Desio. Due test importanti per una squadra che ha chiare ambizioni di arrivare fino in fondo, dimostrando di poterlo fare già da questo inizio di campionato. Appuntamento al Pala Cattani di Faenza domenica 16 ottobre, ore 18.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Orzinuovi, un carro armato che si abbatte su Lecco

L’inizio del match è abbastanza equilibrato con le due squadre che si rispondono colpo su colpo cercando di rimanere l’una al seguito dell’altra. È Orzinuovi che prova a dare la prima scossa, portandosi sul 10-5 a 5’31’’ dal termine e costringendo lecco al time out. La strigliata di Meneguzzo però sembra incidere, tanto che la Gimar riesce anche a mettere la testa avanti con un canestro di Balanzoni (14-15 a 2’ dalla fine). Un canestro a testa dei lunghi Piunti e Valenti riporta i bresciani in vantaggio quando suona la prima sirena (18-15). Nel secondo quarto è ancora l’equilibrio a farla da padrone, e gli ospiti si riportano in vantaggio grazie alle incursioni di Fumagalli e Balanzoni. Ma coach Crotti chiama un time out a 4’ dalla fine e i bianco blu riprendono in mano le redini del match chiudendo il primo tempo sul massimo vantaggio (36-28). Alla ripresa dopo la pausa lunga, Orzinuovi parte forte e, grazie soprattutto a una grande prova difensiva, arriva a toccare il +14 quando mancano 7’ al termine del quarto. I ragazzi di Crotti non mollano la pressione difensiva e concedono solo 8 punti nell’arco dell’intero terzo quarto che concludono sopra di venti lunghezze (56- 36) dopo la spettacolare tripla di un ispirato Tourè. Nel quarto quarto Lecco prova almeno a salvare la faccia e si porta sul -14, ma Orzinuovi stasera è un carro armato e ricaccia subito gli avversari sotto di 21 lunghezze a 6’ dal termine (65-44). Da lì in poi è solo una marcia trionfale in cui spiccano le giocate di classe di Ruggiero (top scorer di serata con 17 punti). Segna anche Lorenzetti e così tutti gli orceani vanno a referto, coronando, se ce n’era bisogno, una grande prova di squadra. Il punteggio finale parla chiaro: 79-53.

Il commento di coach Crotti “Lecco è una squadra tosta, ben allenata e per questo noi temevamo questa partita, anche perché loro arrivavano da una larga vittoria all’esordio. Siamo stati molto bravi, soprattutto nel secondo tempo, nel aspetto difensivo del gioco. Gli unici traballamenti sono avvenuti all’inizio della gara, con qualche taglia fuori mancato e alcuni cambi sul pick ‘n roll troppo morbidi, ma siamo molto soddisfatti di questa solida prestazione di squadra.”

Andrea Muzio – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi


unnamed (1)

Preview Agribertocchi Orzinuovi – Gimar Basket Lecco

E’ iniziato nel migliore dei modi il campionato dell’Agribertocchi Orzibasket nonostante, a pochi secondi dalla fine del match inaugurale disputato sul campo dell’Urania Milano, si stesse materializzando una bruciante sconfitta, sventata in extremis da una prodezza di Bona che, con una bomba a 8 secondi dal termine, ha mandato la partita al supplementare poi dominato dagli orceani (68-78 il finale). Qualche sofferenza di troppo quindi per i ragazzi di coach Crotti, dovuta anche alla tensione dell’esordio, e al buon piglio degli avversari che ha confermato l’ottimo livello di questo girone e il fatto che nessuna partita avrà esito scontato. A cominciare dal primo impegno casalingo di domenica che vedrà sbarcare al PalAmbienti l’ottima Gimar Basket Lecco, reduce da una schiacciante vittoria contro Alto Sebino (94-62 il punteggio finale). I lecchesi hanno già messo l’Orzibasket a dura prova nel precampionato, in occasione del torneo Trioni-Forloni, dove gli orceani avevano ottenuto una sofferta vittoria ribaltando il risultato solo nell’ultimo parziale di gioco. Sulla panchina di Lecco siede ancora, e per il terzo anno consecutivo, l’esperto coach Meneguzzo, che l’anno scorso ha guidato i suoi ai playoff in una stagione decisamente positiva. Obiettivo playoff che resta ampiamente alla portata di questa squadra, nonostante le defezioni di tre giocatori importanti come Piunti, Dagnello e Mascherpa. Il roster della Gimar rimane comunque di tutto rispetto a cominciare dalla cabina di regia, guidata dal playmaker classe ’93 Davide Todeschini, giocatore in costante crescita. Il suo cambio è il talentuoso Fumagalli, giovane classe ’96 proveniente dalle giovanili dell’Olimpia Milano. Tra gli esterni spicca sicuramente Giacomo Siberna, guardia dal variegato repertorio offensivo, autore di 24 punti nella gara di esordio. L’ala piccola titolare è Daniele Quartieri, giocatore fisico, tosto in difesa, che aveva già brillato recentemente al PalAmbienti nel match disputato nel torneo Trioni-Forloni. A completare il reparto esterni arrivano dalla panchina il riconfermato Brambilla, giovane classe ’96, e Peroni, classe ’94 proveniente dalla Stella Azzurra Viterbo. A difesa dei tabelloni sotto canestro è stato riconfermato il centro Balanzoni, lottatore e ottimo rimbalzista grazie anche alle sue lunghe leve. Al suo fianco, a sostituire Piunti nel ruolo di ala grande, è arrivato Gaetano Spera, giocatore di 208cm che nella gara d’esordio si è messo in mostra tirando col 100% dal campo (7/7) e catturando ben 10 rimbalzi. Completano il roster lecchese i lunghi Urbani e Piva che hanno avuto anch’essi un buon minutaggio nella prima gara, a conferma che questa squadra può contare su una rotazione di dieci giocatori che permette a coach Meneguzzo di tenere sempre alto il ritmo di gioco e l’intensità della difesa. Si prospetta dunque un’altra dura battaglia per l’Agribertocchi che dovrà scendere in campo con la giusta determinazione per provare a dare la prima gioia casalinga ai propri tifosi. Appuntamento al PalAmbienti di Orzinuovi domenica 9 ottobre, ore 18.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Preview: Urania Milano vs Agribertocchi Orzinuovi

Finalmente riparte l’avventura della Pallacanestro Orzinuovi che quest’anno, tra le altre novità, sarà griffata Agribertocchi, uno sponsor di assoluta eccezione. Il pre- campionato dell’Orzibasket, che l’ha vista trionfare in ben nove incontri su dieci tra amichevoli e tornei, ha confermato che gli ambiziosi obiettivi che il presidente Zanotti e la società si sono senza timori prefissati sono ampiamente alla portata di questo gruppo. Nonostante queste rosee premesse, il primo impegno stagionale è già un banco di prova importante perché vedrà i ragazzi di coach Crotti fronteggiare l’Urania Milano, una squadra ben costruita e con chiare ambizioni di approdare ai playoff. Il roster dei milanesi è stato quasi completamente rinnovato, vista la sola riconferma del lungo Paleari, punto di riferimento della squadra e giocatore di assoluto livello per questa categoria. La rivoluzione in casa Urania è partita innanzitutto dal cambio sulla panchina, che ha visto l’approdo di coach Enrico Montefusco, ex allenatore di Piacenza in serie C Gold, che sostituisce così Ghizzinardi dopo quattro anni di ottimo lavoro (l’anno scorso i meneghini si piazzarono al quarto posto, terminando la propria corsa playoff in semifinale contro la corazzata, poi promossa, Udine). A tenere le redini della regia milanese è arrivato in estate una nostra vecchia conoscenza, il playmaker Simone Ferrarese, che non ha bisogno di presentazioni e, dopo un anno di inattività, ha deciso di rimettersi in gioco vestendo la maglia dell’Hikkaduwa, andando a costituire così col già citato Paleari un’asse play-pivot di alta caratura. Altro grande colpo del mercato meneghino è sicuramente Andrea Ghiacci, ala piccola di grande talento, nonché detentore di un prestigioso primato: è il giocatore che ha totalizzato in assoluto il maggior numero di presenze nel campionato di serie A2. Questo talentuoso esterno è sceso per la prima volta in carriera in serie B, dopo aver vestito l’anno scorso la maglia di Caserta addirittura in serie A. Un altro ex casertano è Ingrosso, pivot ben piazzato fisicamente e relativamente giovane (classe ’92). A completare il reparto lunghi c’è l’ala/pivot Lorenzo Tortù, lungo di due metri reduce da una buona stagione in serie B a Porto Sant’Elpidio e proveniente da giovanili di prestigio come quelle della Victoria Libertas Pesaro. Altro giocatore importante per le rotazioni di coach Montefusco è Gorla, esterno duttile che in emergenza può essere utilizzato anche da numero 4 tattico. La guardia titolare è il giovane classe ’94 Bartoli, esterno mancino proveniente dal settore giovanile dell’Olimpia Milano, da cui arriva anche l’ala tiratrice classe ’96 Restelli. Completa il roster il giovanissimo e molto promettente Laganà, playmaker classe 2000 che si è già fregiato dell’onore di vestire la maglia della nazionale in occasione degli europei under 16. Nonostante la difficoltà di questo primo impegno stagionale, in casa Agribertocchi Orzibasket ci sono tutte le premesse per affrontare al meglio questo avvio di campionato. Le uniche incertezze riguardano la condizione fisica non ancora ottimale dei lunghi Zambon e Valenti, che però sembrano recuperati. L’appuntamento per tutti i tifosi orceani è al Palaiseo di Milano sabato 1 ottobre alle 20.45. Chi invece non potrà seguire la squadra in trasferta avrà la possibilità da quest’anno di ascoltare la radiocronaca live di tutte le partite (sia quelle in casa che quelle in trasferta) tramite Radio Brescia Sport, collegandosi al seguente sito: https://www.speaker.com/user/bresciasport.

Andrea Muzio – Ufficio stampa A.s.dil. Pallacanestro Orzinuovi

 

Agribertocchi nuovo MAIN SPONSOR della Pallacanestro Orzinuovi

La Pallacanestro Orzinuovi è orgogliosa di annunciare che il “main” sponsor per la stagione 2016/2017 sarà Agribertocchi. Questa virtuosa azienda è leader nella distribuzione di macchine agricole nuove ed usate a Brescia, nonché il principale rivenditore John Deere in Lombardia. Nasce da un’esperienza di oltre 50 anni maturata dal fondatore Pietro Bertocchi, tutt’ora attivo in azienda, nel settore delle macchine agricole, e si concretizza in una realtà sempre competitiva e all’avanguardia.
Grazie a una struttura moderna ed efficiente e ad una rete di officine specializzate dislocate sul territorio, quest’azienda è in grado di fornire assistenza, ricambi e altri servizi nelle province di Brescia, Bergamo e Cremona.Agribertocchi è partner di John Deere, produttore di trattori, macchine agricole, per giardinaggio e professionali di primo piano a livello internazionale.
L’impresa dispone inoltre di 3700 mq di officina, 2000 mq di magazzino ricambi, oltre 7500 mq coperti e 28.000 mq di piazzale espositivo.

Ed ecco le dichiarazioni di un entusiasta presidente Zanotti: “Da presidente dell’Orzibasket sono estremamente orgoglioso di poter annunciare che il main sponsor per la stagione 2016/17 sarà Agribertocchi. Tutta la società ha sentitamente apprezzato la volontà di questa importante azienda di sposare il nostro progetto. Siamo tutti convinti che questa avventura potrà appassionarli molto, perché, come si è già visto in questi anni, siamo stati in grado di avvicinare in continuazione gente nuova a questo sport. Siamo sicuri che l’Agribertocchi avrà un riscontro importante a livello di pubblicità e di immagine, per cui la squadra, sia i giocatori, che lo staff tecnico, darà il massimo per onorare nel miglior modo possibile questa partnership”.

E anche Ruggero Bertocchi, uno dei titolari dell’azienda, è molto soddisfatto per l’accordo raggiunto: “Siamo felici di legare il nostro nome alla Pallacanestro Orzinuovi, società da anni impegnata nel territorio sia a livello di prima squadra che di giovanili. Con questo accordo di collaborazione abbiamo voluto premiare proprio questa territorialità dell’Orzibasket, essendo anche noi da anni impegnati a concorrere alla crescita delle nostre zone. Vogliamo supportare questa società e accompagnarla nel suo cammino, sperando che con questo aiuto possano essere raggiunti gli ambiziosi obiettivi che, fin dall’inizio dell’anno, presidente e dirigenza non hanno nascosto”.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi

_DSC9615

Si chiude col botto il mercato dell’OrziBasket: capitan Valenti ancora orceano!

L’Asd Orzinuovi Pallacanestro è lieta di comunicare la conferma, con conseguente rinnovo del contratto anche per la stagione 2016/17, del pivot Rodolfo Valenti. Con questa ultima mossa la società chiude l’organico formato da dieci giocatori che avranno il difficile compito di portare a casa gli ambiziosi obiettivi che ormai da qualche anno l’Orzibasket si è prefissato. L’esperto cestista (classe 1980), nativo di Fabriano, ricoprirà ancora il ruolo di capitano e metterà a disposizione i suoi 198cm per 100kg circa a difesa dell’area orceana, con tutto il cuore che l’anno scorso lo ha contraddistinto. La stagione passata del lungo marchigiano è stata molto positiva per quanto riguarda il rendimento individuale. Oltre al solidissimo contributo dato in difesa, Valenti ha primeggiato in squadra in ben tre voci statistiche: i punti, 15 netti , i rimbalzi, 6.8, e la valutazione, 18 di media a partita. Con quest’ultima importante conferma è ormai tutto pronto ad Orzinuovi e non resta altro che aspettare l’inizio di quella che si prospetta un’emozionante e avvincente stagione. logo walcorQueste le parole di Valenti: “Come tutti credo già si potessero immaginare, sono molto contento di vestire per un altro anno la maglia di Orzinuovi. Sono affezionato a questa società sia cestisticamente, per gli ambiziosi obiettivi e la grande serietà dimostratami, sia personalmente, avendo trovato al suo interno persone disponibili e professionali. Come ho sposato il progetto dell’Orzibasket l’anno scorso, sono lieto di farne parte anche quest’anno, insieme a quattro vecchi compagni e cinque nuovi innesti che reputo molto validi. Sono un tipo scaramantico, ma per una volta voglio lasciare da parte la scaramanzia: quest’anno vogliamo assolutamente la serie A”. Molto soddisfatto è anche il presidente Francesco Zanotti: “La conferma di Valenti era per noi una priorità, un punto fondamentale da cui ripartire, e sono convinto che il nostro capitano abbia una grande voglia di rivalsa rispetto alla parziale delusione della stagione passata. Siamo molto contenti come società di essere riusciti a trattenerlo qui nonostante le tante lusinghe arrivate da altre squadre perché Rudi è il nostro primo trascinatore, un uomo-squadra che ci aiuterà a raggiungere i nostri obiettivi.”

Andrea Muzio – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi

VALENTI

Spalding nuovo sponsor tecnico della Pallacanestro Orzinuovi

L’Asd Orzinuovi Basket è lieta di comunicare di aver raggiunto un accordo con Spalding che diventa così sponsor tecnico del club bresciano. Questa collaborazione prevederà la fornitura completa dell’abbigliamento da gara, da allenamento, di rappresentanza e da tempo libero per la prima squadra. Si alza così anche la qualità dal punto di vista del materiale tecnico in casa Orzibasket, che potrà fregiarsi di un marchio leader mondiale nella produzione di palloni da basket, nonché fornitore ufficiale della Nba (con testimonial d’eccezione come Demar Derozan o Damian Lillard). Un’ulteriore novità nata da questa collaborazione è la possibilità per i tifosi orceani di accedere a tutto il merchandising dell’Orzibasket direttamente da internet, tramite ordinazioni dal sito www.sport4club.com, e non più solo recandosi al palazzetto dello sport. Dal 2013 il marchio Spalding è distribuito su tutto il territorio nazionale dall’azienda Gafler Srl; il responsabile commerciale Spalding Italia, Mauro Quaroni, si è dimostrato molto soddisfatto per l’accordo raggiunto con la squadra orceana: “Noi della Gafler siamo orgogliosi di aver raggiunto questo accordo con l’Asd Orzinuovi Basket, squadra che, in questo momento storico non proprio roseo per quanto riguarda lo sport italiano, ha progetti solidi e lungimiranti. Questa società è ricca di valori e fa dell’immagine un importante punto di riferimento. Tutti questi valori accomunano l’Orzibasket al trend Spalding e perciò ci auguriamo che questa collaborazione sia proficua per entrambi e duratura.” E pure il General Manager Domenico Menni si mostra entusiasta per questa nuova sponsorizzazione: “La Gaffler ha fatto una convenzione con la Lega Nazionale Pallacanestro e offre alle società di serie C, B e A2 abbigliamento e materiale tecnico a prezzi molto vantaggiosi. Siamo felicissimi come società perché a nostro parere Spalding è il marchio numero uno per quanto riguarda i prodotti di basket, e siamo sicuri che questa collaborazione sarà fruttuosa e positiva per entrambe le parti.”

Andrea Muzio – Ufficio Stampa ASD Pallacanestro Orzinuovi

591ad97f-14b6-4165-96b7-495ec9fda3be

Ed è ufficiale anche Zambon

Arriva un altro colpo di mercato per l’Orzinuovi basket che porta nelle sue fila l’esperto lungo classe ’78 Davide Zambon. Il giocatore, nativo di Monfalcone (Go), vanta una carriera di tutto rispetto in serie B, avendo vestito la maglia di numerose squadre della categoria. La sua storia cestistica inizia a Trieste, dove milita nelle giovanili, e continua negli Stati Uniti, dove frequenta il Boston College e gioca per la squadra dell’ateneo americano per 2 anni. Dopo questa rara e importante esperienza in America, il pivot friulano torna in Italia dove inizia la sua brillante carriera da giocatore senior, vestendo la maglia di Udine, Mestre, Cento, Bergamo, Pistoia, Ragusa, Gandino Castelmaggiore, Fidenza (dove è compagno di Antonio Ruggiero), Ruvo di Puglia, Rieti (allenato proprio da coach Crotti), Corno di Rosazzo e Pordenone, dove ha vissuto due stagioni da avversario della Gagà, prima dell’ ultima esperienza, nella stagione 15/16, in A2 alla Virtus Roma. Davide Zambon è il classico pivot di sostanza, giocatore d’area se ce n’è uno, roccioso, grande rimbalzista, uomo squadra, chiamato dalla società orceana per fare la voce grossa sotto le plance venendo dalla panchina. Nelle due stagioni a Pordenone, quando è stato anche avversario dell’Orzibasket, ha avuto un ruolo da protagonista: nella stagione 13/14 le sue cifre parlano di 12.7 punti e 9.3 rimbalzi in 33 minuti abbondanti di media, mentre l’anno successivo ha chiuso con 10 punti e 7 rimbalzi in 27 minuti di impiego. Il lungo friulano non nasconde la sua soddisfazione: “Sono molto contento di cominciare questa nuova avventura ad Orzinuovi perché è una società emergente che negli ultimi anni è andata molto vicina ad andare fino in fondo nel campionato di B. Sono entusiasta di tornare ad essere allenato da coach Crotti perché ho già avuto modo in passato di apprezzare la sua filosofia. Quando ho giocato a Pordenone e ho affrontato l’Orzibasket ho visto che tipo di affiatamento ci sia sugli spalti e questo mi dà un’ulteriore motivazione per fare bene con questa maglia. Voglio aiutare la squadra, mettendo in campo tutta la mia esperienza, per centrare gli ambiziosi obiettivi stagionali.” Questa, invece, la dichiarazione di coach Alessandro Crotti: “Zambon è un giocatore solido sia fisicamente che come stile di gioco. E’ un lungo tosto, ma anche dinamico che ci serviva per completare il reparto. Ho avuto modo di allenarlo già in passato a Rieti e conoscendolo mi ha stupito sia come giocatore che come persona. Se qualcuno potrebbe farsi delle domande sul fatto che abbia già un’età importante, garantisco che Davide fisicamente c’è ed è un atleta serio, che lavora sodo per dare il 100%. Volevamo un giocatore maturo per completare questo cruciale reparto.”

Andrea Muzio Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

a02026b2-bdbe-4df5-b817-c0eedb4dbddb