Preview Faenza vs Agribertocchi Orzinuovi

Continua il campionato dell’Agribertocchi Orzibasket che, dopo due vittorie in altrettante partite, è al comando della classifica in compagnia di Cento, Padova, Piacenza e Reggio Emilia. I bresciani sono reduci da una convincente vittoria ottenuta ai danni dell’ostica Gimar Lecco, in cui i ragazzi di coach Crotti sono riusciti a convincere sia in attacco che (soprattutto) in difesa e hanno concluso la gara sull’eloquente punteggio di 79-53. Dopo il trionfo casalingo, però, stanno per arrivare due trasferte consecutive, banco di prova importante per testare la caratura di Orzinuovi lontano dalle mura amiche, anche alla luce del primo sudatissimo successo che i biancoblu avevano ottenuto a Milano nel primo match stagionale. Gli orceani dovranno dimostrare di saper convincere non solo in casa e domenica viaggeranno alla volta di Faenza per una sfida inedita, visto che l’anno scorso i romagnoli militavano nel girone A , mentre due stagioni fa vinsero il campionato di serie C Gold, guadagnandosi sul campo la promozione in B. La Raggisolaris Faenza, guidata dal giovane coach, nonché ex giocatore di buon livello, Regazzi, ha un bilancio in parità nelle prime due partite stagionali, avendo perso con Reggio Emilia in trasferta e vinto in casa contro i sardi di Su Stentu Sestu. La Rekico, squadra che ama il gioco in velocità e non disdegna anche l’arma del tiro da tre punti in transizione nei primi secondi dell’azione, disputa i suoi match in una struttura di tutto rispetto, che ha una capienza di ben 5000 posti a sedere. I nomi illustri del roster faentino sono il talentuoso esterno Penserini, dotato di grande abilità nell’uno contro uno, e che ha già vinto per due volte il campionato di serie B con le maglie di Ravenna e Legnano (sconfiggendo in finale l’allora Gagà Milano Orzibasket al termine della stagione 2013/14) e Casadei, lungo esperto con mano educatissima anche da tre punti, ma che può farsi valere anche nel pitturato. Al suo fianco, nel reparto lunghi, coach Regazzi può schierare Silimbani, mancino con doppia dimensione di gioco dentro/fuori, Iattoni, ala grande abile nell’uno contro uno e con parecchi punti nelle mani, e Di Coste, pivot classe ’95 di, udite udite, 218 cm. In cabina di regia c’è Perin, playmaker proveniente dal vivaio della Montepaschi Siena che vanta già, nonostante la giovane età (’93), parecchia esperienza in questa categoria. A dargli respiro c’è Benedetti, playmaker di riserva. Infine, per quanto riguarda gli esterni, sta già ben figurando in questo inizio di campionato il giovane classe ’97 Donadoni, proveniente da Lissone, a cui si affiancano il play/guardia Boero e l’ala tiratrice Pini. E così l’Agribertocchi Orzibasket giocherà due partite insidiose lontano dal Pala Ambienti, la prima, come già detto, a Faenza e la seconda a Desio. Due test importanti per una squadra che ha chiare ambizioni di arrivare fino in fondo, dimostrando di poterlo fare già da questo inizio di campionato. Appuntamento al Pala Cattani di Faenza domenica 16 ottobre, ore 18.

Andrea Muzio – Ufficio Stampa A.S.Dil. Pallacanestro Orzinuovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *