Storia

La Pallacanestro Orzinuovi, milita dalla stagione 2007-2008 nel campionato di serie C Regionale. Nel 2010/11 con l’acquisto della guardia argentina Damian Paulig e con l’acquisto di molti altri veterani come il play Marco Pellini, la guardia-ala Stefano Segolini e del centro Massimiliano Roversi, alla guida dell’esperto coach Giorgio Martinelli, parte come una delle favorite, se non la maggior pretendente alla promozione. Infatti non delude le aspettative e con 5 giornate d’anticipo si qualifica ai play-off, chiude la stagione regolare al 2º posto.In casa la squadra vince 13 partite a fronte di due sole sconfitte con le due storiche rivali di Verolanuova e di Pizzighettone. Alle semifinali di playoff vince la serie con la Pallacanestro Milano per 2-0 (91 a 59 in casa e 73 a 77 in trasferta) ed approda così in finale promozione dove affronta il McDonald’s Garbagnate vincendo la serie per 2-0 (55 a 68 in trasferta e 84 a 58 in casa) approdando così in Serie C Dilettanti, la vecchia C1.

La prima stagione in C Nazionale (2011-2012) inizia con la conferma di Coach Martinelli, assoluto stratega della promozione, la notizia dell’addio del principale fautore della promozione Damian Paulig per motivi di passaporto, viene subito messo da parte dall’arrivo dell’ala forte Simone Pedrini proveniente dalla Belfante Tortona e l’atteso ritorno del play Alessandro Muzio, il quale aveva disputato qualche anno di giovanili a Orzinuovi prima di approdare al Basket Brescia. Dopo pochi giorni approda in quel di orzi, il lungo Carlo Coppi, arrivato dalla Tosoni Villafranca; Scelto Stefano Cacciani per rimpiazzare il vuoto lasciato dalla partenza dell’argentino Paulig. Reduce da un anno in C nazionale a Caorle, arriva a Orzinuovi la guardia Nicola Masè, dotato di grinta e rapidità, è stato uno degli artefici della salvezza della squadra Veneta. L’innesto a metà anno dell’under Davide Marelli, classe 1991, già esordiente in Serie A con l’Olimpia Milano, da un grosso contributo alla squadra. Dopo un’ennesima grande stagione approda ai play-off arrivando settima e incontrando al primo turno la grande rivale Crema, che la elimina in due gare lottate.

Il mercato per la stagione 2012-2013 inizia fin dai primi giorni di Giugno, con la sistemazione dell’organigramma societario, vengono nominati rispettivamente Direttore Generale Domenico Menni, e Direttore Sportivo Luca Menni, entrambi già nello staff della squadra. Ormai trentaseienne Stefano Scalvini, lascia la squadra per andare a giocare in serie minori, ma questa notizie viene messa da parte, grazie a quattro conferme eccellenti come Ale Muzio, Pedrini, Cacciani e Coppi. Il primo grande colpo di mercato è l’Italo-Argentino Maximiliano Cornejo e il playmaker pesarese Manuel Roberti, che arriva dalla rivale Pallacanestro Crema, playmaker dotato di una grande velocità e abilità nell’attaccare il ferro. Negli stessi giorni viene prolungato il contratto del capitano Riccardo Furlanis. L’ultimo colpo della squadra orceana è un centro, Andrea Benassi, che ha disputato un europeo con la nazionale giovanile nel 2000. Una notizia importante giunge ad Agosto, infatti il contratto triennale con la BCC Pompiano e Franciacorta è terminato e per la stagione 2012-2013, sarà l’azienda agricola del presidente Zanotti a rappresentare la società, che si chiamerà Fattorie Novella Sentieri Orzibasket. A Ottobre, dopo una brutta partenza della squadra orceana, viene esonerato Martinelli, al suo posto arriva l’ex vice-allenatore della Vanoli Cremona, Riccardo Eliantonio, con lui si accasa a Orzinuovi anche il centro Marko Raskovic. A Febbraio l’argentino Cornejo viene messo fuori rosa dopo un litigio con Eliantonio, per rimpiazzarlo viene acquistato Riccardo Truccolo e successivamente un giovane Matteo Martini. La squadra durante la stagione regolare si classifica al secondo posto, e ottiene la testa di serie n°1 ai playoff, ai quarti di finale liquida Cantù in due gare. Superato anche l’ostacolo del San Bonifacio in semifinale con lo stesso punteggio, in finale il nuovo derby col Crema consegna, nella decisiva gara tre, la prima storica promozione in B al team orceano, vincitore 2-1 nella serie con un doppio 72-64 interno.

La stagione 2013-2014 si apre con la conferma del solo Matteo Martini, giovane che incanta il pubblico e viene soprannominato come Il Livornese con le Ali. Alessandro Muzio passa da playmaker ad assistant coach del confermato Riccardo Eliantonio. La società compie un grande sforzo dal punto di vista economico per aggiudicarsi giocatori prestigiosi come il play Simone Ferrarese, la guardia tiratrice Luca Bertolini e la coppia di lunghi Micevic e Chiarello. Gli under aggregati sono Mazzucchelli, Rinaldi e Permon. Subito dopo l’inizio della stagione il main sponsor della società diventa la famosa catena di orologi Gagà Milano, la società prende il nome di Gagà Milano Orzibasket. Due mesi dopo l’inizio della stagione Siro Braidot, ala piccola nativa di Gorizia, viene tolto dal roster della squadra e al suo posto arriva Matteo Palermo e successivamente Alessandro Potì. La squadra pur essendo neopromessa compie un campionato perfetto chiudendo al primo posto. Ai playoff dopo aver superato in tre partite prima San Giorgio e poi Udine, la squadra ha l’opportunità di giocarsi la finale del campionato di DNB contro Legnano. La Gagà Milano Orzibasket sfrutta il fattore campo e conquista gara 1 vincendo 63-62, nella partita successiva Legnano detta legge e domina per tutti i 40 minuti chiudendo la partita sul 71 a 59. La decisiva gara 3 si gioca al Palambienti di Orzinuovi ma il sogno orceano svanisce quando all’ultima sirena il tabellone recita 57-70 Legnano.

Nella stagione 2014-2015 oltre al duo in panchina Eliantonio-Muzio, la società conferma Simone Ferrarese (diventato capitano) e Andrea Mazzucchelli. Direttamente da Ravenna vengono ingaggiati Giorgio Broglia e Luca Bedetti. Ad aiutare capitan Ferrarese in cabina di regina arriva Alessandro Panni da Pordenone, Federico Requena e Michele Bei completano il roster portando centimetri sottocanestro. A inizio campionato il veterano Michele Venturelli si unisce al gruppo, anche se la sua permanenza non è destinata a durare a lungo infatti dopo tre mesi viene tagliato dalla società e al suo posto torna Matteo Martini. Dopo una serie di sconfitte la dirigenza decide di esonerare Riccardo Eliantonio, al suo posto arriva coach Massimo Bernardi. Nel mese di Febbraio Mattia Soloperto, centro di 210 centimetri diventa un nuovo giocatore dell’Orzibasket e due settimane dopo Michele Bei si accasa a Lugo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *